News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Buone Notizie

21 Ottobre, 2010
CONCORSO DI IDEE PER REALIZZARE IL MARCHIO
CHE RAPPRESENTI CREMONA E LE SUE ECCELLENZE

CONCORSO DI IDEE PER REALIZZARE IL MARCHIO
CHE RAPPRESENTI CREMONA E LE SUE ECCELLENZE
Su proposta dell'Assessorato alla Cultura, Commercio e Turismo, la Giunta ha deciso che il Comune di Cremona si doti e registri un proprio marchio da utilizzare per valorizzare commercialmente il patrimonio culturale, storico, architettonico ed ambientale del proprio territorio, così come previsto dalla nuova normativa in vigore dal settembre scorso. L'idea di dotare anche Cremona di un city brand nasce nell'ambito del Distretto Urbano del Commercio (DUC) costituito per l'area del centro
storico. La stessa Regione Lombardia ha sollecitato i DUC a dotarsi di un logo che li renda riconoscibili sia all'interno che all'esterno, esaltandone l'identità e favorendo la loro conoscenza da parte di cittadini ed imprese. Un marchio che evidenzi le specificità della nostra città permetterà di renderla ancora più riconoscibile ad un vasto pubblico che per interessi e curiosità diversi potrebbe approdare nel nostro territorio.

“Come poteva mancare a Cremona, città della liuteria, un marchio di città che immediatamente si collegasse alla identità e della vocazione di Cremona - dichiara l’assessore alla Cultura, Commercio e Turismo Irene Nicoletta De Bona - e che immediatamente riconoscibile, anche al di fuori dei suoi confini territoriali? Il logo, dunque, dovrà identificare la città, quale avvio di un’attività di marketing culturale appropriata all’immagine liutaria che detiene: un brand unico di Città, che sarà poi declinato a seconda dei momenti che andrà a caratterizzare (Distretto Urbano del Commercio; Turismo; Botteghe storiche, ecc.) e che potrà essere riconosciuto come simbolo dell’identità. Tale logo dovrà poter diventare ricorrente su quello che potrebbe definirsi ‘arredo urbano’ (botteghe liutarie, cartellonistica, materiale promozionale, gadget ...). La tranquillità, i ritmi lenti e armonici: sono questi gli elementi che il visitatore cerca venendo a Cremona. L’armonia di questa terra, lontana dai frastuoni delle grandi città lombarde, ricorda ancora una volta il suono melodico del violino. Ecco perché il violino o un richiamo ad esso, deve diventare il marchio della città, il suo brand.”

*******
L’Amministrazione comunale intende realizzare un sistema coordinato di identità visiva che rappresenti la Città di Cremona e le sue eccellenze, veicolando i valori legati alla cultura, all’arte e alle tradizioni locali, e promuovendo l’immagine culturale e turistica della Città, anche a livello internazionale. Tale sistema dovrà essere composto dal marchio promozionale della Città, che costituirà il brand di Cremona, da declinare con scritte diverse (pay-off), per identificare singoli segmenti di attività o servizi, così da rafforzarne il valore identitario.

Caratteristiche del marchio
Il marchio dovrà essere composto da un logo e da un claim, coerenti ed integrati fra di loro, che diano identità all’immagine, in particolare turistica, di Cremona come Città d’arte e come Capitale internazionale della liuteria. Il claim sarà costituito dalla sola parola “Cremona”, senza aggiunta di slogan o definizioni. Il marchio dovrà essere originale, semplice, moderno – ma senza dimenticare la tradizione identitaria di Cremona - e facilmente memorizzabile. Dovrà consistere in un segno o una combinazione di segni, un colore o una combinazione di colori che, associati obbligatoriamente alla parola “Cremona”, ne rappresentino univocamente l’identità per rendere la Città immediatamente riconoscibile in tutte le iniziative che si rivolgono alla collettività. Potranno essere impiegati i colori tradizionali della Città (rosso e grigio) o altri colori a scelta del grafico. Nella simbologia utilizzata per rappresentare la Città dovrà essere presente un chiaro richiamo alla tradizione liutaria cremonese. A scelta del grafico, è possibile inserire anche un riferimento al torrazzo e al fiume Po. Il marchio promozionale dovrà essere declinato con le seguenti scritte (pay-off):

a) d.u.c. “Un salotto per Cremona”
b) negozio storico
c) cucina tipica
d) prodotti de.co
e) mercato storico

Il marchio deve essere facilmente riproducibile su diverse applicazioni quali carta intestata, busta, biglietto da visita, cancelleria, adesivi, materiale divulgativo (brochure, cartine della città, guide turistiche, pubblicazioni varie), sito internet, manifesti, poster, striscioni, automezzi, etc. Deve inoltre essere riproducibile in colori e in formati diversi.

Soggetti ammessi

Sono ammessi a partecipare al concorso: società e/o studi di grafica, design, pubblicità, comunicazione, grafici professionisti che operano nel territorio provinciale, nelle province limitrofe, e/o iscritti nell’Albo dei fornitori di fiducia del Comune di Cremona; grafici, designer e architetti che esercitano attività professionale in forma documentata, sia come liberi professionisti, che come dipendenti, che operano nell’ambito del territorio provinciale, delle province limitrofe, e/o iscritti nell’Albo dei fornitori di fiducia del Comune di Cremona, e province limitrofe.


Modalità di presentazione delle proposte

I soggetti interessati devono presentare la propria proposta, utilizzando il modulo predisposto dal Comune. La proposta deve contenere: le generalità del richiedente e la sua qualifica; la dichiarazione che si tratta di opera originale, di cui il proponente garantisce la piena disponibilità; la dichiarazione secondo cui il proponente cede fin da ora al Comune di Cremona, in caso di accettazione della sua proposta, e in modo irrevocabile, tutti i relativi diritti di proprietà, nonché l’autorizzazione esclusiva e illimitata a sfruttare commercialmente gli stessi diritti, nonché ad esercitare ogni autorità derivante dai medesimi in tutto il mondo; l’accettazione della condizione, secondo cui, qualora venga scelta la sua proposta, la sua remunerazione sarà limitata al premio indicato nel presente bando, e che non avanzerà, quindi, alcuna richiesta per l’ottenimento di un qualsiasi utile derivante dallo sfruttamento commerciale; la dichiarazione secondo cui il proponente concede fin d’ora al Comune di Cremona il suo consenso per lo sfruttamento, riproduzione e utilizzo della proposta in qualsiasi forma, senza valore limitativo, la sua protezione quale marchio registrato dei servizi e prodotti del Comune di Cremona, il suo utilizzo quale logo negli stampati, nonché la sua esposizione in luoghi pubblici; la raffigurazione grafica del marchio/logotipo di Città che si propone, con esempi di applicazione a colori e in bianco e nero e in formati diversi; la declinazione dello stesso marchio con ciascuna delle seguenti scritte (pay-off): d.u.c. “Un salotto per Cremona, un negozio storico, cucina tipica, prodotti de-co, mercato storico, una breve relazione esplicativa dell’idea progettuale.

Le proposte devono pervenire al Comune di Cremona, Ufficio Protocollo, in busta chiusa, riportante l’indicazione “Concorso di idee per il marchio promozionale di Cremona” entro le ore 12 di venerdì 19 novembre.

Linee guida

Per consentire lo sviluppo di proposte che siano effettivamente rispondenti alle esigenze ed aspettative, la Giunta comunale ha approvato specifiche linee guida, di cui si dovrà quindi tenere conto nell’elaborazione delle proposte. Le linee guida sono scaricabili dal sito internet del Comune di Cremona www.comune.cremona.it. Una copia cartacea è disponibile per la consultazione presso SpazioComune, piazza Stradivari, 7.

Criteri di selezione

Il Comune procederà a selezionare la proposta grafica, che risulti meglio rispondente alle indicazioni del presente bando, e delle linee guida ad esso allegate, con facoltà, comunque, di non accettare nessuna delle proposte, qualora non le ritenga idonee. La valutazione delle proposte è affidata ad una commissione, composta dall’Assessore alle Politiche Culturali, commerciali e turismo, dal Direttore del Settore Turismo e Marketing Territoriale, dal Responsabile del Servizio di Comunicazione e dal Manager del distretto commerciale del centro storico. La Commissione potrà anche richiedere e apportare correzioni e modificazioni alle proposte selezionate. La Commissione selezionerà le tre proposte ritenute migliori, che verranno poi sottoposte, per parere, alla cabina di regia del distretto urbano del commercio. I relativi risultati saranno rassegnati alla Giunta comunale che deciderà sulla scelta della proposta.

Premio

Il premio è pari ad euro 3.000,00; il vincitore dovrà produrre al Comune il manuale applicativo del marchio in tutte le sue forme. Il marchio sarà utilizzato dal Comune di Cremona nelle iniziative e attività istituzionali di promozione della Città, attraverso differenti strumenti (carta intestata, stampa, internet, tv, brochures, ecc.) e potrà essere utilizzato direttamente dal Comune o concesso in uso a terzi anche per attività di merchandising (su magliette, cappelli e gadgets vari), per ricavarne un utile, così come previsto dall’art. 19 del codice della proprietà industriale.

Cremona, 21 ottobre 2010

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 3939 | Inviati: 1 | Stampato: 45)

Prossime:
Mostra di Guido Scarabottolo – 06 Novembre, 2010
Romanino a Cremona - visite gratuite in Cattedrale – 31 Ottobre, 2010
L’investimento di Palazzo Fodri è un investimento. Di Ernesta Del Santo – 28 Ottobre, 2010
“ L'Immigrazione immaginata” – 25 Ottobre, 2010
Per non sprecare denaro pubblico. Consiglio di Caterina Ruggeri – 24 Ottobre, 2010

Precedenti:
La CNA Pensionati si presenta nel casalasco – 19 Ottobre, 2010
Dalle querce figlie del fiume alle antiche torbiere – 17 Ottobre, 2010
Provvedimenti anti smog per l’inverno 2010-2011 – 14 Ottobre, 2010
Sulla traccia delle note alla scoperta di Carlo Bergonzi – 07 Ottobre, 2010
Ultimo appuntamento con il Gruppo Guide Ascom – 06 Ottobre, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009