News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Giovani

08 Dicembre, 2010
PROGETTO DI PREVENZIONE "INDOOR
ATTIVITA' NELLE SCUOLE CONTRO LE DIPENDENZE DA SOSTANZE LEGALI E ILLEGALI

IL PROGETTO DI PREVENZIONE "INDOOR" SI PRESENTA
ATTIVITA' NELLE SCUOLE CONTRO LE DIPENDENZE DA SOSTANZE LEGALI E ILLEGALI

Cremona.E' stato presentato il progetto di prevenzione "INDOOR"
promossodall'Assessorato alle Politiche Educative, Giovanili e della
Famiglia e realizzato in partnership con una rete di soggetti del
privato sociale. Rispetto al passato, grazie ad un accordo con l'Azienda
Sanitaria Locale, si è stabilito che gli interventi in materia di
prevenzione alle dipendenze da sostanze legali ed illegali rivolti agli
alunni del biennio delle scuole secondarie superiori vengano coordinati
e gestiti dal Comune proprio attraverso il progetto INDOOR.

AZIONE CONDIVISA PER PREVENIRE NEI GIOVANI
LA DIPENDENZA DA SOSTANZE LEGALI ED ILLEGALI

Presenti il vice sindaco Carlo Malvezzi, l’assessore alle Politiche Educative e Giovanili Jane Alquati, Germana Tommasini, direttore sociale dell’ASL, nonché i rappresentanti delle cooperative sociali coinvolte, è stato presentato progetto di prevenzione "INDOOR" promosso dall'Assessorato alle Politiche Educative, Giovanili e della Famiglia e realizzato in partnership con una rete di soggetti del privato sociale. Rispetto al passato, grazie ad un accordo con l'Azienda Sanitaria Locale, si è stabilito che gli interventi in materia di prevenzione alle dipendenze da sostanze legali ed illegali rivolti agli alunni del biennio delle scuole secondarie superiori vengano coordinati e gestiti dal Comune proprio attraverso il progetto INDOOR.
“Esprimo piena soddisfazione - ha dichiarato il vice sindaco Carlo Malvezzi - che l’Azienda Sanitaria Locale abbia riconosciuto il ruolo di protagonista del Comune di Cremona in questo progetto: si tratta di un ulteriore passo verso il rafforzamento del principio di sussidiarietà in tutti i suoi vari aspetti. E’ questa la dimostrazione del forte cambiamento che l’Amministrazione sta realizzando sul piano culturale, partendo da ciò che già esiste sul territorio sviluppandolo attraverso un sistema di partenariato sociale”.
Dal canto suo l’assessore Jane Alquati, dopo avere precisato che per questa iniziativa viene fatto un investimento di 40.000,00 euro annui sulla base di uno specifico progetto culturale di fondo, ha rimarcato che il progetto “INDOOR” costituisce uno degli ultimi tasselli, nel rinnovamento del modello di gestione delle Politiche Giovanili in fase di attuazione da quando si è insediata. “Siamo partiti dalla constatazione - ha aggiunto l’assessore Alquati – che esisteva sul territorio una presenza del privato sociale davvero efficace nell’ambito della prevenzione. Come Assessorato abbiamo deciso che sarebbe stato più utile pertanto creare una partnership ottenendo l’approvazione ed il cofinanziamento delle cooperative. Fondamentale, a questo punto, è stato il riconoscimento della bontà della nostra iniziativa da parte dell’ASL che permette di presentarsi alle scuole in modo unitario, dimostrando che si sta lavorando insieme su un unico progetto condiviso, ottimizzando così le risorse. E’ la prima volta inoltre che si lavora su un progetto che ha valenza biennale, dunque, a lungo periodo. In ogni caso, per la fine di quest’anno scolastico, pensiamo di organizzare un momento di restituzione alla città dell’esperienza svolta”.
“Come non apprezzare - ha aggiunto Germana Tommasini, direttore sociale dell’ASL – questa volontà di coordinare risorse e competenze su un tema, come quello della prevenzione, sul quale l’Azienda è fortemente impegnata? L’accordo con il Comune di Cremona, il primo di questo tipo in provincia di Cremona, consente di raggiungere una fascia di giovani diversamente difficile da raggiungere, quella di coloro che si apprestano a fare la patente ed ai quali va spiegata l’importanza di una guida sicura e consapevole, nonché il pericolo derivante dall’abuso di bevande alcoliche e dall’assunzione di sostanze stupefacenti. Tutto questo consente di rafforzare l’offerta preventiva sul tema della salute. Con l’auspicio che l’esperienza di Cremona sia da esempio per altri enti locali di una certa rilevanza sul nostro territorio, come ASL garantiremo la formazione degli operatori. E’ importante, direi fondamentale, la consapevolezza, condivisa da tutti coloro che partecipano a questo progetto, di agire attraverso una metodologia comune.”
I rappresentanti delle cooperative sociali hanno infine espresso soddisfazione per questa innovativa esperienza che, mettendo insieme competenze diverse, permette di dare maggiore respiro all’attività di prevenzione, di creare maggiori legami, di rendere più incisiva l’azione che sarà svolta attraverso un metodo condiviso.

Il progetto di prevenzione “INDOOR” promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative, Giovanili e della Famiglia è realizzato in partnership con una rete di soggetti del privato sociale quali la Società Cooperativa Sociale Iride, la Società Cooperativa Sociale Fuxia, la Società Cooperativa Sociale Umana Avventura e l’Associazione La Zolla e consiste nella raccolta/rielaborazione di esperienze e rappresentazioni dei ragazzi sul tema della prevenzione all’uso di sostanze psicoattive nell’ambito del gruppo classe.
La significativa novità rispetto al passato consiste nel fatto che, a partire da quest’anno scolastico, a seguito di un accordo fra l’Azienda Sanitaria Locale e l’Assessorato Politiche Giovanili, in una logica di azione intergrata sul territorio, si è stabilito che gli interventi in materia di prevenzione alle dipendenze da sostanze legali ed illegali rivolti agli alunni del biennio degli Istituti Secondari di Secondo grado e della Formazione Professionale della città, vengano coordinati e gestiti dal Comune di Cremona attraverso il progetto INDOOR.
Inoltre proprio da quest’anno il coordinamento del Progetto è in capo direttamente all’Amministrazione Comunale – attraverso il Servizio Politiche Giovanili – che assumerà un ruolo centrale, di governo diretto della rete e delle attività da questa espresse.
A dimostrazione della significatività del progetto INDOOR, attivo ormai da più di dieci anni, sono pervenute al Servizio oltre 60 richieste di attivazione di intervento per questo anno scolastico ed alle quali verrà data risposta positiva attraverso la strutturazione di percorsi classi ad hoc.
Le modalità di intervento previste dal progetto sono identificabili in: analisi della domanda, attività in classe (articolata in 3 incontri di 2 ore ciascuno finalizzati alla costruzione di una relazione con il gruppo con cui affrontare le tematiche connesse al consumo di sostanze), il counselling (come occasione di ascolto individuale o di gruppo, di informazione mirata e orientamento ai servizi) e la valutazione finale, seguita da un momento di restituzione del percorso al Consiglio di classe.
La scelta della scuola come ambito di prevenzione è animata dal riconoscimento in essa di una forte significatività come luogo di crescita dei ragazzi e non solo di formazione ed apprendimento di determinati campi del sapere.
Il modello di lavoro è caratterizzato dall’idea di lavorare nel tempo dell’esordio sociale, del passaggio e del cambiamento, dell’adolescenza; in quello spazio in cui è possibile trovare chi è ancora sulla soglia di un cambiamento e chi tale cambiamento lo sta già vivendo.
Come già detto, l’azione “INDOOR” si rivolge agli studenti della classi prime e seconde della Scuola Secondaria di 2° grado e della Formazione Professionale della città di Cremona. La ricchezza e la specificità del progetto stanno nella capacità e nella garanzia d’integrazione dei diversi livelli d’azione, al fine di promuovere ed offrire un sistema coerente che ruota intorno al contesto scolastico e, nello specifico, alla classe.
Il modello d’intervento si articola e si declina su più piani temporali, diversificati per contenuto e metodologia: la programmazione condivisa; gli ambiti di vita dei ragazzi, i loro interessi, le loro relazioni; la capacità dei ragazzi di dare continuità alle attività svolte e di proporne altre, il coinvolgimento nella valutazione e nella riprogettazione degli attori della comunità scolastica (insegnanti, genitori, ragazzi).
Il progetto propone un metodo di lavoro che presti attenzione alle diverse componenti delle varie situazioni, quali: lettura delle situazioni in maniera analitica e complessiva, assumendo punti di vista diversi e spostandosi oltre la situazione rilevata, cercando di comprendere la reale natura del problema (se di questo si tratta); gestione condivisa delle situazioni problematiche all’interno della scuola, promovendo legami, alleanze, visioni condivise; generazione d’alleanze tra la Scuola ed il sistema dei servizi, proponendo la necessità di reti educative di sostegno e di spazi scolastici reinterpretati come possibile risposta al problema; strutturazione di risposte progettuali che tengano conto delle varie dimensioni in gioco.
La partnership con la rete dei soggetti del privato sociale - Società Cooperative Sociali Iride, Fuxia, L’Umana Avventura e Associazione La Zolla – è in corso di formalizzazione attraverso la sottoscrizione di uno specifico Accordo di Collaborazione di durata biennale.

Cremona, 7 dicembre 2010

DIDA FOTO: da sinistra, Germana Tommasini (direttore sociale ASL),
Gabriele Digiuni (L'Umana Avventura), assessore Jane Alquati, vice
sindaco Carlo Malvezzi, Maria Elisabetta Telò (La Zolla), Silvia Corbari
(Cooperativa Iride), Francesca Ramazzotti (Politiche Giovanili).

Addetto Stampa Comune di Cremona

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 2741 | Inviati: 0 | Stampato: 45)

Prossime:
I ragazzi del Furum , persone sempre libere di pensare. – 29 Dicembre, 2010
I figli della decrescita infelice. ( di Gian Carlo Storti) – 19 Dicembre, 2010
BANDO PER LA PROMOZIONE ED IL SOSTEGNO DI ATTIVITA' GIOVANILI – 14 Dicembre, 2010

Precedenti:
"LA CITTA' NELLE MURA" – 02 Dicembre, 2010
I GIOVANI E LO SPAZIO VITALE ( di Mario Superti) – 25 Novembre, 2010
Arci.Performance dal titolo “Verba Violant – 23 Novembre, 2010
Italia: magazzino del nucleare in Europa? – 19 Novembre, 2010
" Il bello di GAZA " – 17 Novembre, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009