News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Storia Cremonese

08 Dicembre, 2010
Tamoil. Storia RAFFINERIA CREMONA
Le principali tappe di Tamoil in Italia

Storia RAFFINERIA CREMONA
Le principali tappe di Tamoil in Italia
1954
Negli anni tra il 1952 e il 1954, una piccola società commerciale di Cremona, la Fratelli Camangi, decide di costruire la Raffineria di Cremona trasformando un deposito di sua proprietà. Col tempo acquisisce una piccola rete di distributori nell’area adiacente la raffineria attraverso i quali vende i prodotti per autotrazione che, al tempo, erano solo un'esigua parte della produzione concentrata prevalentemente su prodotti pesanti per l’industria ed il riscaldamento.
1961
La compagnia petrolifera multinazionale americana Standard Oil Co., attraverso la sua sussidiaria Amoco Oil Co., decide di acquistare il pacchetto azionario della Fratelli Camangi creando la società Amoco Italia S.p.A.. Nel corso del decennio successivo si potenzia la raffineria e si incrementa la capacità produttiva.
1983
Amoco Oil Co. decide, al pari di altre compagnie petrolifere multinazionali, di abbandonare il mercato italiano e cede la società ad un investitore privato, Mr. Tamraz, che ne cambia la denominazione in Tamoil Italia S.p.A..
Per la società inizia un periodo difficile: non avendo più alle spalle nè un gruppo multinazionale nè un paese produttore, deve procurarsi il greggio sul costoso e difficile mercato spot.
1985-1987
Tamoil Italia S.p.A. viene posta in vendita. Una banca d’investimenti rileva la società e, successivamente, cede il pacchetto di maggioranza a società finanziarie emanazioni di un paese produttore di petrolio.
Tamoil Italia S.p.A. inizia ad assumere una nuova veste di compagnia petrolifera integrata con un approccio diverso sia al mercato del greggio che dei prodotti finiti.
1988-1999
La proprietà di Tamoil Italia S.p.A. viene trasferita alla Oilinvest (Netherlands) B.V. che rafforza la presenza sul mercato italiano acquisendo reti di distribuzione, e costituendo joint-venture con realtà locali.
Per dare maggiore impulso alle attività industriali e a quelle commerciali vengono create due nuove società entrambe possedute al 100% dalla sub-holding italiana Tamoil Italia S.p.A.. Si tratta della Tamoil Raffinazione S.p.A. (1993) a cui sono demandate le attività di raffinazione, e della Tamoil Petroli S.p.A. (1997) a cui vengono demandate tutte le attività commerciali.
Inoltre, dai primi anni novanta, un piano di acquisizioni europee integra Tamoil Italia S.p.A. in un corporate network che comprende realtà commerciali ed industriali presenti in diversi paesi tra i quali Svizzera, Germania, Olanda, Spagna, Repubblica Ceca.
2000-2006
Il processo di ristrutturazione ed espansione della rete commerciale di distribuzione di carburanti, attraverso l’acquisizione di un considerevole numero di punti vendita della rete Agip, e la partecipazione alle gare per l’acquisizione di punti vendita autostradali, unitamente all'implementazione di efficaci programmi di fidelizzazione della clientela, portano la quota di mercato in Italia dal 5% circa ad una quota superiore all' 8%.
Per razionalizzare ed incrementare le sinergie di Gruppo, Tamoil Italia e Tamoil Petroli, si fondono in un'unica società: Tamoil Italia S.p.A. che dal primo maggio 2005 gestisce direttamente l'intero business.

Fonte: cgil-cisl-uil cremona

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 2912 | Inviati: 0 | Stampato: 52)

Prossime:
CREMONA. GLI ARCHI DI PALAZZO COMUNALE – 20 Dicembre, 2010
Storia OLEIFICIO ZUCCHI S.P.A.: Il primato di una grande tradizione – 15 Dicembre, 2010

Precedenti:
I podestà ed i sindaci della città di Cremona dal 1859 ad oggi. – 01 Dicembre, 2010
Maledetto Sanmartino, di Kiro Fogliazza.  – 14 Novembre, 2010
Abeni Evelino ha compiuto 70 anni – 07 Novembre, 2010
Inaugurazione nuova statua di del Sommo Liutaio Antonio Stradivari – 02 Novembre, 2010
Lapide di Bissolati ad Alberobello: quella oggi esistente non è l'originale ( di Mario Piepoli) – 15 Ottobre, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009