News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Scuola... parliamone!

18 Dicembre, 2010
Legge di stabilità. Confermati i tagli. Pochi interventi a favore della conoscenza
Una prima analisi delle conseguenze sui comparti della conoscenza. Il budget del MIUR per il 2011 scende dell’8% rispetto al 2010.

Legge di stabilità. Confermati i tagli. Pochi interventi a favore della conoscenza
Una prima analisi delle conseguenze sui comparti della conoscenza. Il budget del MIUR per il 2011 scende dell’8% rispetto al 2010. Il trend negativo si conferma anche nel 2012 e 2013. Il ripristino di alcuni fondi non segna la necessaria inversione di tendenza di cui avrebbero bisogno scuola, università, ricerca e AFAM.
La legge di stabilità approvata il 10 dicembre non investe in conoscenza. Infatti, restano confermati i tagli già programmati da precedenti interventi legislativi come ad esempio il Piano Programmatico Gelmini (L. 133/2008) e la manovra Tremonti (L. 122/2010).
Quindi possiamo dire che su scuola, AFAM, università e ricerca non si investe, semmai si disinveste come dimostra la tabella che segue.
BUDGET MIUR (Scuola, Università e Ricerca)
Legge di stabilità e settori della conoscenza
Vediamo più in dettaglio come le misure (art. 1) della legge di stabilità 2011 intervengono sui nostri settori.
Università (comma 24)
Il fondo di funzionamento ordinario degli atenei viene incrementato di 800 milioni di euro nel 2011 e a decorrere dal 2012 di 500 milioni.
Entro il 31 gennaio di ogni anno, e per gli anni 2011-2016, sarà approvato un decreto interministeriale (Miur-Mef) per un piano straordinario per la chiamata di professori di seconda fascia.
Credito di imposta per a favore delle imprese (comma 25)
È stanziata la somma di 100 milioni per il credito di imposta alle imprese che affidano attività di ricerca alle università o agli enti pubblici di ricerca. Il credito spetta per gli investimenti effettuati dal 1 gennaio 2011 fino al 31 dicembre 2012.
È una sorta “di comma delega” poiché la sua applicazione è rinviata a un decreto interministeriale. Se non si perderà per strada può essere di stimolo all’industria che ha sempre investito molto poco nella ricerca. Tuttavia pensare che una ricerca possa svolgersi in un anno vuol dire non sapere come si fa ricerca.
Borse di studio e prestiti d’onore (comma 26)
Stanziati 100 milioni per la concessione dei prestiti d’onore e l’erogazione delle borse di studio.
Apprendistato (comma 35)
Prorogato per il 2011 il finanziamento statale di 100 milioni per l’attività legata all’ apprendistato.
Finanziamento del Fondo nazionale per le politiche sociali (comma 38)
Il Fondo nazionale per le politiche sociali viene incrementato di 200 milioni di euro.
Finanziamenti per scuole e università non statali e semigratuità libri di testo (comma 40 - Allegato 1)
Rifinanziamento alle scuole non statali (245 milioni), rifinanziamento alle università non statali legalmente riconosciute (25 milioni), semigratuità dei libri di testo (importo non definito).
Fondi da ripartire per interventi nel settore scolastico
I fondi da ripartire per l’istruzione scolastica di 220 milioni di euro, stanziati nella finanziaria 2007 (art. 1 comma 634), si riducono a 36. Mancano 184 milioni: 54 milioni sono stati utilizzati per gli sgravi fiscali alle famiglie e 130 milioni sono i tagli.

fonte: FLC Cremona

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 2345 | Inviati: 1 | Stampato: 37)

Prossime:
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro – 26 Dicembre, 2010

Precedenti:
14 dicembre 2010, scuola e AFAM in sciopero  – 04 Dicembre, 2010
La Sede di Cremona del Politecnico di Milano avvia il progetto BRAIN – 29 Novembre, 2010
La Sede di Cremona del Politecnico di Milano premia l'eccellenza – 14 Novembre, 2010
La Sede di Cremona del Politecnico di Milano premia l'eccellenza – 12 Novembre, 2010
CalePoli, l'università mobile nasce a Cremona – 06 Novembre, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009