News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Eventi

11 Ottobre, 2007
Cremona. Referendum sul welfare. Vincono i SI con il 78,98 % , i NO sono al 21,02% ....
I NO prevalgono solo nella categoria dei meccanici con il 55,03 %I segretari generale di Cgil-Cisl-Uil, Dolci, Daina e Grossi sono soddisfatti..

Cremona. Referendum sul welfare. Vincono i SI con il 78,98 % , i NO sono al  21,02%  , i votanti sono complessivamente 30.421 .
I NO prevalgono solo nella categoria dei meccanici  con il 55,03 %.
I segretari generale di Cgil-Cisl-Uil, Dolci, Daina e Grossi sono soddisfatti. La consultazione sull’accordo sul welfare  è andata bene. I votanti sono stati piu’ di 30 mila ed i SI  hanno sfiorato l’80%. Un risultato importante  prima di tutto per la partecipazione.
Le assemblee sono state alcune centinaia ed i risultati della partecipazione sono evidenti.
Se si analizza il dato per categoria si vede che il NO ha prevalso solo nei metalmeccanici con il 55% con una partecipazione di circa 5300 lavoratori.

Di converso il SI ha raggiunto la percentuale del 95,99 % con circa 6280 votanti nei pensionati.

Nelle altre categorie  il SI appare radicato .

Un voto quindi che rafforza  il sindacato confederale ed annulla sul piano generale l’opzione politica della Fiom che si era dichiarata, unica categoria, contraria all’accordo.

Ha vinto la moderazione oppure ha prevalso il senso di autonomia  dei lavoratori e dei pensionati ?

Di certo è che una percentuale che si avvicina all’80% , in linea con quella nazionale, sta a dimostrare la condivisione piena dell’intesa su Lavoro, Welfare e Pensioni.

Sicuramente quel 21% di NO indica un malessere concentrato in particolare in una categoria, storicamente molto politicizzata, che ha espresso non solo un voto di merito sull’accordo ma appunto anche politico e di forte disagio sociale. Del resto è questa la categoria che per anni ha trainato le battaglie sindacali ed ha indicato alle altre le  nuove  frontiere dei diritti. Questo ruolo di  avanguardia pare oggi appannato. Così un pezzo importante del mondo del lavoro rischia però di essere isolato.

Anche l’esame del voto in alcune realtà produttive conferma che il NO è piu’ forte nelle fabbriche che hanno una forte tradizione di lotte sindacali.

Le fabbriche dove prevalgono il NO sono:

-         la Ocrim di Cremona con il 51,67% ( metalmeccanica)

-         la Marcegaglia di Casalmaggiore con il 79,58% ( metalmeccanica)

-         la Galbani con il 64,25 % ( alimentazione).

Il SI nel pubblico impiego  si attesta sull’80% dimostrando come questa categoria , una volta privilegiata nei trattamenti pensionistici, oggi sia in sintonia con il resto del mondo del lavoro.

 

Un risultato importante quindi che rafforza il sindacato confederale e che consegna alla politica sia motivi  di soddisfazione ( per l’area del centro sinistra) e di ulteriore riflessione alla sinistra radicale che si dovrà misurare sicuramente con il disagio che esprimono i lavoratori che hanno votato NO e bocciata l’intesa, ma anche con quella parte  che  massicciamente ha dato fiducia al sindacato unitario ed al suo gruppo dirigente.

 

Red/gcst 11 ottobre 2007.

 

Nota Bene: in allegato alcune tabelle esplicative del voto

 


Commento Visualizza allegato o filmato       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 3957 | Inviati: 0 | Stampato: 53)

Prossime:
Milano. E' nato il Partito Democratico  – 27 Ottobre, 2007
E' morto lo storico Pietro Scoppola – 25 Ottobre, 2007
Protesta agenti carcerari. Corada scrive al Ministro Mastella – 21 Ottobre, 2007
Primarie PD: al voto hanno partecipato 15.824 cremonesi – 15 Ottobre, 2007
Primarie PD: al voto hanno partecipato 14.000 cremonesi – 15 Ottobre, 2007

Precedenti:
Il Che assassinato 40 anni fa – 09 Ottobre, 2007
Perugia-Assisi, in marcia per i diritti – 07 Ottobre, 2007
Presentazione risultati del concorso per la riqualificazione dell'area della stazione ferroviari – 28 Settembre, 2007
Leonida Bissolati: un riformista nell'Italia liberale. – 25 Settembre, 2007
Un aiuto concreto alle mamme: prime valutazioni sulla sperimentazione – 21 Settembre, 2007

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009