News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Ultimissime

23 Novembre, 2007
La nuova giungla del commercio lombardo
Decisamente negativo il giudizio del Pd sulla nuova normativa degli orari e delle aperture domenicali degli esercizi commerciali

Decisamente negativo il giudizio del Pd sulla nuova normativa degli orari e delle aperture domenicali degli esercizi commerciali, approvata martedì scorso in Consiglio regionale. Più di trecento gli emendamenti presentati, ma dalla maggioranza non è venuta nessuna apertura al dialogo.

“Tra deroghe ed eccezioni – dichiara Ardemia Oriani - il commercio in Lombardia con questa legge diventa una giungla, a danno dei piccoli negozi, di alcuni operatori della media e grande distribuzione, dei lavoratori e delle lavoratrici del settore commerciale e alla fine dei cittadini. Noi non siamo contrari alla definizione di un numero ragionevole di aperture domenicali, ma questo sistema di regole così differenziate rischia di fare da volano per l’ulteriore proliferazione di alcune grandi strutture di vendita, ben oltre il limite della sostenibilità. Laddove sono previste regole più favorevoli, come nelle città capoluogo di provincia o nei pressi degli aeroporti, ci sarà la corsa ad aprire centri commerciali mentre altri, magari a poche centinaia di metri, chiuderanno”.

“Il modello sociale di questa legge – incalza Maria Grazia Fabrizio - è profondamente sbagliato, poiché si basa solo sulle logiche del mercato. Una legge nella quale il consumo regola la vita delle persone e non viceversa”. “Nessun accenno infatti – sottolinea Giuseppe Benigni – si fa in questo testo alle condizioni dei lavoratori, sebbene il lavoro nelle grandi strutture sia in gran parte precario, a part time e poco remunerato. Sono molte le donne impiegate, con il problema dei turni domenicali e festivi, le cui abitudini familiari sono state completamente stravolte”.

Per Antonio Viotto, da sempre favorevole alle liberalizzazioni, in realtà si tratta di un provvedimento liberal-protezionistico. “Troppi sono infatti – spiega il consigliere - i distinguo tra un operatore e l’altro, perché vi sono norme che addirittura identificano ad personam le proprietà di alcuni grandi distributori e perché anche per la grande distribuzione non vi è una visione paritaria estensibile a tutto il territorio regionale. Infine – ricorda Viotto - ci sono due grandi anomalie: gli outlet, che appaiono come fuori dalla legge e tutto è loro consentito, e i panificatori, unica categoria per la quale esiste un divieto assoluto di apertura domenicale, espressione lobbistica che prescinde da ogni rispetto del cittadino consumatore, che non è centrale in una legge che dovrebbe essere a lui rivolta”.

Tutti i consiglieri dell’Unione hanno anche presentato e sottoscritto un documento di solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici del commercio, impegnati da tempo per il rinnovo del contratto e che ora dovranno far fronte all’aggravarsi dei turni.

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 3449 | Inviati: 0 | Stampato: 72)

Prossime:
Sciopero, legalità e globalizzazione (di Antonio V. Gelormini) – 12 Dicembre, 2007
L’Etica ambientale – 10 Dicembre, 2007
ANPi Cremona, a difesa della Costituzione italiana – 05 Dicembre, 2007
Madama Butterfly al Ponchielli – 03 Dicembre, 2007
Dopo la firma, ci metto la faccia! – 30 Novembre, 2007

Precedenti:
Pianoforte oggi, con Kaori Nakajima – 22 Novembre, 2007
Cremona, Consiglio Comunale sull'infanzia – 16 Novembre, 2007
Cremona: una cattedrale una città – 07 Novembre, 2007
Martedì 6 novembre alle 21 al Teatro Monteverdi di Cremona – 05 Novembre, 2007
Casalmaggiore, Fiera di San Carlo 2007 – 31 Ottobre, 2007

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009