News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Cultura

22 Novembre, 2007
Alla ricerca delle anime della politica: la tensione spirituale contro il degrado
Ne hanno parlato il sindaco di Acquanegra Cremonese Luciano Lanfredi, il sindaco di Cremona Gian Carlo Corada e il teologo don Bruno Bignami

Molto stimolante è stata la serata organizzata lo scorso lunedì presso il Centro Pastorale dalla associazione E. Mounier – La persona come rivoluzione.

L’associazione, che è nata con lo scopo di promuovere spazi di confronto e riflessione su temi d’attualità culturale, politica e sociale, ha messo intorno ad un tavolo il sindaco di Acquanegra Cremonese Luciano Lanfredi, il sindaco di Cremona Giancarlo Corada e il teologo don Bruno Bignami a riflettere e confrontarsi su “Alla ricerca delle anime della politica: la tensione spirituale contro il degrado”.

Tema alquanto d’ attualità stante le critiche piovute anche a ragione sul sistema politico italiano, l’abbandono dell’impegno politico da parte di molti, il rifiuto dei giovani, l’anti-politica.

A questi ed altri interrogativi i tre relatori partendo dalla loro esperienza, hanno tentato di dare una risposta concreta e realistica: da cattolico Lanfredi, da laico Corada e da teologo don Bignami.

Lanfredi ha definito innanzitutto la tensione spirituale come “una ricerca continua e ininterrotta di una vitale unione con Cristo”; questa unione porta il cattolico ad una adesione partitica anche variegata ma sempre critica; in essa cercherà di dare testimonianza dei valori che la sua fede gli trasmette: onestà, lealtà, trasparenza e amore per la verità.

In nome di questi valori devono essere prese delle decisioni, che a volte si possono rivelare errate: l’uomo, che Lanfredi definisce “spirituale”, deve avere il coraggio di ammettere gli errori e vigilare costantemente sulla sua coscienza che deve essere allenata a stare in mezzo alle cose da fare. Quest’uomo “si considera al servizio della comunità e non che la comunità sia al servizio delle sue ambizioni e dei suoi desideri”; va avanti in “politica perché la considera la più alta forma di carità”.

Citando Dossetti, La Pira e De Gasperi, il sindaco di Acquanegra ha concluso che “il degrado della politica può essere superato solo da uomini formati ad essere e ad agire nel tempo, continuamente guardando all’ultratemporale, a scrutare la storia, ma nella luce del metastorico”. Ha chiuso chiedendo alla Chiesa di organizzare un servizio di “direzione spirituale” per chi ha responsabilità politico-amministrative.

Gian Carlo Corada nel suo intervento innanzitutto ha definito cosa è “la politica” con un breve percorso storico: dall’epoca delle città stato in Grecia, all’”egualitarismo cristiano”, dalla connessione medioevale tra spiritualità cristiana e politica, per giungere al superamento di Macchiavelli tra politica ed etica con l’arrivo alla politica come gestione del potere.

Quindi per riaffermare la centralità della buona politica e della spiritualità in essa, il sindaco di Cremona ha declinato tre categorie di valori fondamentali e forti, ma che non devono diventare ideologie impenetrabili: “valori di metodo (tolleranza, comprensione rispetto); valori di idee e programmi (equità, opportunità, libertà); valori di comportamento (responsabilità, consapevolezza della coscienza)”.

Il tutto però con un sano realismo, perchè la catena tra valore ed attuazione dei programmi è piuttosto lunga: in mezzo ci sta il compromesso come ricerca di superamento delle differenze per un bene superiore ed anche l’arte del possibile.

Secondo don Bruno Bignami il rinnovamento della politica passa attraverso “una spiritualità che spinge in due direzioni: abitare la storia in un ottica di appartenenza (non fuggirla) ed evitare assolutizzazioni”.

Tre caratteristiche sono urgenti: la prima è la “logica dell’incarnazione e della croce; (…) la storia è il luogo di condivisione dell’umanità, soprattutto se sofferente e ferita. (…) L’incarnazione esige di riproporre valori di tempo in tempo, reinventando gli strumenti della comunicazione e aprendo cammini di giustizia. (…) La politica è scuola di comunione nella misura in cui educa al servizio”.

La seconda urgenza è la rinascita della parola, il ridare il giusto peso alle parole: gratuità, creatività, concretezza, responsabilità, comunione. “La spiritualità offre alla parola un contenuto di senso, permette il recupero della fiducia. Porta a discernere che c’è un tempo per parlare e un tempo per prendere la parola”.

L’ultimo aspetto don Bruno l’ha chiamato un sano relativismo ossia che la politica ha bisogno di recuperare il senso di un servizio temporaneo, trovando tempi e spazi per lo studio e la formazione delle coscienze.

Gli interventi dei presenti all’incontro, sottolineando solo alcuni dei punti trattati, hanno concluso una riuscita serata che ha lasciato spazio anche ad una successiva riflessione personale per raccogliere le idee ed i pensieri che copiosi sono stati espressi.

L’associazione Mounier intende proseguire il suo percorso di incontri ed approfondimenti per offrire momenti, anche se radi e insufficienti, per poter riflettere insieme con gli amici sul nostro essere cittadini inseriti in questa città, in questo paese ed in questa storia.

Daniele Burgazzi (nella foto)

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 4384 | Inviati: 0 | Stampato: 110)

Prossime:
Una Diana cacciatrice di livello pompeiano – 22 Dicembre, 2007
Nuove regole per l’Europa.Con il Trattato di Lisbona, siglato lo scorso 12 dicembre a Lisbona l'Unio – 16 Dicembre, 2007
Riccardo Benassi al Signal di Cagliari – 02 Dicembre, 2007
E vissero felici e contenti  – 02 Dicembre, 2007
Mina prima di Mina – 28 Novembre, 2007

Precedenti:
Alla ricerca delle anime della politica (Associazione Mounier) – 11 Novembre, 2007
Daniel Amit ci ha lasciato. Aveva 69 anni.  – 06 Novembre, 2007
ZANZARE: biologia, rapporti con l’uomo e metodi di controllo – 01 Novembre, 2007
«sei77otto» - Le strade occupate dai sogni – 31 Ottobre, 2007
Il tribunale permanente dei popoli – 24 Ottobre, 2007

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009