News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 La biblioteca di welfare

15 Settembre, 2002
Parti uguali fra disuguali.
Di Ermanno Gorrieri-recensione di Francesco Bova

Parti uguali fra disuguali. Povertà,disuguaglianza e politiche ridistributive nell’Italia di oggi. Di Ermanno Gorrieri

---------------------------------------------------
La Biblioteca dell’Operatore Sociale
Rubrica quindicinale di recensioni librarie - a cura di Francesco Bova

Sindacalista, tra i fondatori della CISL, deputato e nel 1987 ministro del Lavoro nel VI Governo Fanfani, esperto di politica sociale Ermanno Gorrieri ha recentemente pubblicato per il Mulino “Parti uguali fa disuguali. Povertà, disuguaglianza e politiche redistributive nell’Italia di oggi” , pp. 165 Euro 9,50. Il libro, che si apre con una provocatoria citazione tratta dalla Lettera a una professoressa di Don Milani “Nulla è più ingiusto che far le parti uguali fra disuguali”, è un saggio non solo sul fenomeno della povertà che attanaglia, anche nelle regioni del Nord, sempre più un gran numero di famiglie italiane, ma è anzitutto una rilettura critica delle politiche sociali e delle proposte e delle azioni degli ultimi governi del Centro - Sinistra per contrastare la povertà e per aumentare i livelli di benessere sociale.
Le analisi di Gorrieri sono utili per interpretare alcuni errori compiuti dal Centro - Sinistra sia quando ha applicato dogmaticamente il criterio dell’universalismo senza selettività con uno Stato sociale erogatore a pioggia di beni e servizi per tutti, sia quando è approdato a disinvolte forme di neo liberalismo, con eccessi consumistici, che non hanno certamente aiutato i ceti meno abbienti. E sono puntuali anche per interpretare il nuovo corso delle politiche sociali del governo Berlusconi, con le manovre riduzionistiche e privatistiche dei ministri Tremonti, Sirchia, Maroni e Moratti che aggravano le forme di disuguaglianza e di esclusione sociale. Sono proprio la scuola pubblica, la sanità pubblica, la previdenza obbligatoria e i servizi socio -assistenziali, le quattro grandi conquiste delle democrazie europee, che oggi con il programma berlusconiano rischiano di non garantire più la “riduzione della disuguaglianza fra i cittadini di fronte alle necessità e agli eventi della vita”.
Gorrieri cita tra gli altri Romano Prodi e le sue 88 tesi che rappresentavano la piattaforma dell’ulivo nel 1995, per ribadire la necessità di concepire lo Stato sociale “come casa comune di tutti e non solo dei poveri, cercando di un equilibrio nuovo tra servizi per tutti e selettività, reso necessario dalla scarsità delle risorse e dall’emergere di nuovi bisogni”.
Se appare più semplice individuare e definire la povertà assoluta e le cosiddette povertà estreme, risulta complesso interpretare e trovare efficaci rimedi alle povertà silenziose, ovvero a quelle famiglie che hanno la casa, un lavoro e che conducono apparentemente una vita normale, ma che dispongono di mezzi inadeguati per vivere dignitosamente. Cresce il numero dei lavoratori poveri, i cosiddetti working poor, e la condizione di povertà colpisce una fascia orizzontale della società.
Secondo Gorrieri sono necessarie politiche di redistribuzione dei beni per aumentare la qualità della vita che devono superare le culture del conservatorismo compassionevole e il pur generoso esercizio della solidarietà. Il primo obiettivo di una politica contro le disuguaglianze è quello di assicurare a tutti pari opportunità, rivalutando la cultura della responsabilità in una società che aveva esasperato il principio che tutto deve essere risolto dallo Stato. Ci vuole ragionevolezza, è necessaria una concezione “mite” dei diritti, come direbbero Bobbio e Zagrebelsky, per rifondare un moderno ed efficace sistema di protezione sociale. Un sistema basato sul principio di equità sociale e non su quello del capitalismo compassionevole o dell’egualitarismo. Diritto e solidarietà devono coniugarsi e trovare equilibrio con il senso di responsabilità, che attiene al rigore e non alle politiche lassiste che premiano l’elusione fiscale.

----------------------------------------
-In allegato copertina libro
-nella foto Francesco Bova 


Commento Visualizza allegato o filmato       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 1790 | Inviati: 1 | Stampato: 133)

Prossime:
“ Virginia Agnelli . Madre e farfalla “ Minerva Edizioni 2010  – 15 Settembre, 2002
PAOLO RUMIZ Viaggiatore e giornalista di “La Repubblica” – 15 Settembre, 2002
Presentazione del romanzo “L'uomo d'aria” di Gino Bonomi – 15 Settembre, 2002
Presentazione del libro di Alberto Grossi – 15 Settembre, 2002
Verso il destino, con la vela alzata – 15 Settembre, 2002

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009