News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Storia Cremonese

01 Ottobre, 2006
Prodotti tipici della provincia di Cremona ric. n. 47
La Deliberazione della Giunta regionale della Lombardia (7 aprile 2000 - n. 6/49424) ha classificato ed individuato i vari prodotti tipici della regione.

Prodotti tipici della provincia di Cremona

La Deliberazione della Giunta regionale della Lombardia (7 aprile 2000 - n. 6/49424)  ha classificato ed individuato i vari prodotti tipici della regione.

Di seguito  l’elenco e gli ingredienti dei soli prodotti tipici cremonesi.

PRODOTTI TIPICI SOLO DELLA PROVINCIA DI CREMONA:

CARNE E DERIVATI

Categoria: CARNE E DERIVATI

Denominazione: COTECHINO CREMONESE VANIGLIA

Territorio: Provincia di Cremona

Descrizione sintetica del prodotto: Insaccato di carni magre suine a breve stagionatura da consumarsi cotto.

Ingredienti: Carne magra di suino, guanciale, cotenne, parti della testa, sale, zucchero, vino Barbera, pepe, spezie, aromi naturali a seconda del produttore.

Forma: grana medio-fine

Consistenza: morbida ed elastica

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: particolarmente dolce

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Le carni vengono macinate a grana media; condite con sale, zucchero, vino ed una concia di aromi naturali in infusione nel vino rosso; segue l’insaccatura in vescica o budello. Stagionatura: 15-20 giorni massimo.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Solai a pertiche trasversali. E’ un prodotto esclusivo di Cremona: Ia tradizione vuole che la denominazione “vaniglia" sia limitata ai salami prodotti “fino a dove si sentono le campane del Duomo”.

Categoria: CARNE E DERIVATI

Denominazione: SALAME CREMONESE

Territorio: Basso cremonese, in particolare a Soresina, Pizzighettone, Vescovato (CR)

Descrizione sintetica del prodotto: Insaccato di carni suine da consumarsi crudo dopo stagionatura medio-lunga.

lngredienti: Carni marezzate suine; sale, pepe in grani, vino rosso, aglio, aromi naturali.

Forma: cilindrica.

Dimensioni: diametro da 70 a 110 mm.

Consistenza: compatta.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: aroma d’aglio

     Odore: tipico e speziato

     Colore: rosso chiaro

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Le carni vengono macinate a freddo in tritacarne con fori di 5-6 mm condite con tutti gli altri ingredienti eventualmente macerati nel vino.

Segue un riposo di un giorno e quindi l’insaccamento in budello naturale di suino sgrassato e lavato con aceto e vino bianco. Stagionatura variabile da 2 a 8 mesi.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: locali freschi e bui, preferibilmente rivolti ad ovest.

Categoria: CARNE E DERIVATI

Denominazione: SALAME Dl FILZETTA

Territorio: Provincia di Cremona

Descrizione sintetica del prodotto: Insaccato di carni suine a stagionatura medio-lunga da consumarsi crudo.

Ingredienti: Carni suine tra il lombo e Ia coppa di testa, sale, pepe in grani, aromi naturali a seconda del produttore, salnitrio (facoltativo).

Forma: a grana grossa.

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Le carni grossolanamente macinate vengono aggiunte di sale e pepe e quindi insaccate in budello suino parzialmente sgrassato con aceto e vino bianco. Stagionatura di circa 90 giorni.

ORTAGGI E FRUTTA, FRESCHI E CONSERVATI

Categoria: ORTAGGI E FRUTTA, FRESCHI E CONSERVATI

Denominazione: CICORIA O RADICI Dl SONCINO

Sinonimo: Scorzamara, barbe di Genova, cicoria Magdeburgo.

Territorio: Provincia di Cremona.

Forma: Radice a fittone.

Dimensioni: Lunghezza 40 cm, diametro 2-3 cm.

Peso: Variabile, circa 150 g.

Consistenza: Dura e fibrosa.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Leggermente amarognolo

     Odore: Inodore

     Colore: Bianco

Note: Recentemente il territorio di produzione si è allargato verso il Bresciano.

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Semina in pieno campo, mondatura e diradamento. Raccolta, lavaggio, confezionamento in vaschette con prodotto a vista.

Categoria: ORTAGGI E FRUTTA, FRESCHI E CONSERVATI

Denominazione: CONSERVA SENAPATA

Sinonimo: Cunserva senàaura.

Territorio: Parte nord-orientale della provincia di Cremona.

Descrizione sintetica del prodotto: Conserva di frutta.

Ingredienti: Mele cotogne, olio essenziale di senape, zucchero, pectina.

Forma: Tonda.

Peso: da gr 400 a kg 5 a seconda della confezione

Consistenza: Compatta

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Saporito con sentore deciso di senape

     Odore: Aromatico

     Colore: Rosso bruno scuro

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Pulitura delle mele cotogne, trasformazione in purea, cottura, senapatura, raffreddamento, confezionamento.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Laboratorio con recipienti in rame per cottura a bagnomaria.

Categoria: ORTAGGI E FRUTTA, FRESCHI E CONSERVATI

Denominazione: COTOGNATA

Sinonimo: Cudugnaada.

Territorio: Parte nord-orientale della provincia di Cremona.

Descrizione sintetica del prodotto: Confettura di frutta.

Ingredienti: nel tipo classico: mele cotogne, zucchero, gelatificante (pectina); nel tipo con agrumi anche scorze di agrumi canditi.

Dimensioni: Posta in scatole di legno rettangolari o rotonde.

Peso: 380-400 g circa

Consistenza: Compatta

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce

     Odore: Delicato con deciso sentore di cotogna e/o di agrumi

     Colore: Rosso bruno scuro

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Pulitura delle cotogne, trasformazione in purea, cottura, aggiunta di zucchero, e scorze d’agrumi se del caso, raffreddamento, confezionamento.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Laboratorio con recipienti in rame per cottura a bagnomaria.

Categoria: ORTAGGI E FRUTTA, FRESCHI E CONSERVATI

Denominazione: MELONE Dl CASTELDIDONE

Territorio: Comune di Casteldidone e tutti i comuni del Casalasco ad est di Piadena, Solarolo Rainerio, Scandolara Ravara, Motta Baluffi.

Forma: Oblunga o rotonda, retato o liscio con evidenziati i segni della fetta.

Peso: da 0,5 a 2,5 kg

Consistenza: Media durezza.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce

     Odore: intenso e aromatico

     Colore: Arancio vivo

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Semina in serra, trapianto nel mese di marzo e maturazione fine maggio - primi di giugno, in coltura protetta. In pieno campo Ia maturazione ha inizio a metà maggio e si protrae sino a fine giugno.

Categoria: ORTAGGI E FRUTTA, FRESCHI E CONSERVATI

Denominazione: MOSTARDA DI CREMONA

Territorio: Provincia di Cremona

Ingredienti: Frutta candita (pere, cedro, clementine, ciliegie rosse denocciolate, fichi, albicocche a metà o a fette denocciolate) in sciroppo senapata, frutta intera o tagliata a fette.

Peso: Confezioni varie: barattoli di vetro, mastelli, latte - 400 g - 20 kg. Al dettaglio anche sfusa.

Consistenza: Adeguata per effetto della penetrazione degli zuccheri nella polpa della frutta.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Al sapore caratteristico della frutta candita si sovrappone il sapore della senape

     Odore: Leggermente pungente

     Colore: Caratteristico di ogni singolo frutto.

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Viene fissata la polpa della frutta, Ia lavorazione con gli sciroppi di zucchero, per raggiungere il giusto grado di canditura. La frutta candita viene conservata in sciroppo e successivamente sgocciolata, miscelata nei vari tipi e conservata con aggiunta di sciroppo senapato. Il prodotto ha una stagionatura di un mese circa.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Normali attrezzature per canditura, preparazione e confezionamento.

PASTE FRESCHE 

Categoria: PASTE FRESCHE

Denominazione: MARUBINI

Sinonimo: Marubeen

Territorio: Cremona a zone limitrofe.

Descrizione sintetica del prodotto: Pasta ripiena.

Ingredienti: Pasta, carne di manzo brasato, vitello arrosto, maiale arrosto, formaggio.

Forma: Quadrata, rotonda, a mezzaluna.

Consistenza: Tipica della pasta fresca.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Tipico

     Colore: Giallo

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: La pasta, una volta stesa, viene riempita con il classico ripieno e richiusa.

Categoria: PASTE FRESCHE

Denominazione: TORTELLI CREMASCHI

Sinonimo: Turtéi cremasch

Territorio: Crema e Cremasco (CR)

Descrizione sintetica del prodotto: Pasta con ripieno dolce

Ingredienti: Pasta, amaretti, cedro, formaggio Grana, uva passa

Forma: Allungata

Consistenza: Tipica della pasta fresca.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce

     Colore: Giallo

Categoria: PASTE FRESCHE

Denominazione: TORTELLI DI ZUCCA

Sinonimo: Turtéi de soca

Territorio: Casalmaggiore a Casalasco (CR)

Descrizione sintetica del prodotto: Pasta ripiena

Ingredienti: Sfoglia; per il ripieno: zucca, mostarda di mele, Grana padano, amaretti.

Forma: Non esiste una forma codificata. E' però tradizionale quella dall’aspetto di caramella incartata.

Consistenza: Tipica della pasta fresca.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: dolce ed aromatico

     Odore: dolce

     Colore: giallo

DERIVATI DEL LATTE

Categoria: DERIVATI DEL LATTE

Denominazione: SALVA

Territorio: Cremasco e zone limitrofe (CR, BS, BG)

Descrizione sintetica del prodotto: Formaggio ottenuto con latte di vacca intero o parzialmente scremato, a pasta cruda e maturazione medio-lunga.

Ingredienti: Latte, caglio, sale, batteri lattici.

Forma: quadrata

Dimensioni: lato 20-25 cm; scalzo 10-20 cm

Peso: 2,5 - 6 kg

Consistenza: Compatta e friabile. Crosta dura e di colore scuro, eventualmente trattata con olio. Pasta bianchissima caratteristica di lavorazione acida.

Microflora abitualmente presente: inizialmente quella dell’innesto, da definire nel prodotto maturo.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: acidulo e aromatico

     Odore: caratteristico

     Colore: “bianchissimo”

Note: Periodo di produzione: tutto l’anno.

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Scrematura parziale (quando praticata) per affioramento spontaneo e/o centrifugazione;

trattamento termico del latte: pastorizzazione;

riscaldamento del latte con: vapore, anche per iniezione diretta;

tipo di innesto usato: colture usate per il Quartirolo (Streptococcus thermophilus e Lattobacillus bulgaricus);

temperatura e tempo di coagulazione: 35-40°C per 25-30 minuti;

tipo di rottura del coagulo: media

riscaldamento della cagliata a temperatura: no

salatura: a secco o in salamoia

durata della stagionatura: da 60 giorni a 7-8 mesi, in funzione della pezzatura, in locali umidi non eccessivamente freddi.

Materiali, attrezzature, locali specifici per la produzione: In alternativa alle attrezzature in acciaio, plastica alimentare possono essere usati: sosta cagliata, tavoli legno e/o stuoie vegetali; stagionatura formaggio: assi legno.

PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: BACI DI CREMONA

Sinonimo: Bazèen de Cremùna

Territorio: Cremona

Descrizione sintetica del prodotto: Biscotti ripieni

Ingredienti: Farina, zucchero, burro, mandorle tritate. Ripieno variabile con marmellata, panna montata, cioccolato.

Forma: Sferica

Peso: 20-25 g

Consistenza: Friabile

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce

     Odore: Aromatico

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Vengono prima preparati gli amaretti e poi il ripieno.

Materiali, attrezzature, locali specifici per la produzione: Quelli di un normale laboratorio di pasticceria.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: BUNBUNENN

Sinonimo: Bunbunéen

Territorio: Cremona e provincia

Descrizione sintetica del prodotto: Biscotti secchi

Ingredienti: Farina gialla e bianca, uova, zucchero, strutto, scorza di limone, mentine polverizzate

Forma: Di fantasia.

Consistenza: Molto friabile.

Caratteristiche organolettiche:

     Odore: Intenso e aromatico.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: quelle normali di un laboratorio di pasticceria.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: BUSSOLANO DI SORESINA

Sinonimo: Bisulaàn

Territorio: Soresina (CR)

Descrizione sintetica del prodotto: Dolce da forno

Ingredienti: Farina, zucchero, burro, uova, (preferibile il burro locale).

Forma: A ciambella.

Dimensioni: Diametro 20 cm circa

Peso: 500 g.

Consistenza: Soffice

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce

     Odore: Dolce e delicato

     Colore: Marrone chiaro con granella di zucchero.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Quella di un normale laboratorio di pasticceria.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: CIOCCOLATINI “GRAFFIONI”

Sinonimo: Granfignoon

Territorio: Cremona e provincia

Descrizione sintetica del prodotto: Cioccolatino ripieno con ciliegia e liquore alla ciliegia (maraschino).

Ingredienti: Cioccolato fondente extra, ciliegia, maraschino.

Forma: Irregolare tondeggiante (graffiato con il cioccolato)

Peso: 20 g circa cadauno.

Consistenza: Esterno duro.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Aromatico e alcolico

     Odore: Dolce - aromatico

     Colore: Marrone molto scuro

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Il ripieno viene avvolto in un guscio di zucchero poi ricoperto di cioccolato. Viene lasciato riposare per circa due settimane e quindi commercializzato.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: CROCCANTE

Sinonimo: Crucaànt

Territorio: Cremona e provincia

Ingredienti: Mandorle, zucchero, limone, Cognac, Olio di oliva.

Forma: Rotonda o rettangolare

Peso: da 50 a 450 g.

Consistenza: Dura

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce-amaro

     Odore: Di caramello

     Colore: Marrone scuro

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Quelle di un normale laboratorio di pasticceria.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: SPONGARDA DI CREMA

Territorio: Crema e Cremasco (CR)

Descrizione sintetica del prodotto: Dolce da forno ripieno

Ingredienti: farina, burro, frutta secca, mele, uva passa, cedro candito, pinoli, noci, nocciole e Cannella.

Forma: Rotonda.

Dimensioni: diametro 25-30 cm.

Peso: 500 g circa

Consistenza: Soffice

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce - aromatico

     Odore: Dolce con sentore di frutta

     Colore: Esterno marrone lucido

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Si conserva a lungo.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Quelle di un normale laboratorio di pasticceria.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: TORRONE DI CREMONA

Territorio: Provincia di Cremona

Descrizione sintetica del prodotto: Torrone

Ingredienti: Mandorle o nocciole, zucchero, miele, Albume d’uovo, sciroppo di zucchero invertito, aromi, ostie, amido.

Forma: Stecche e tavolette a sezione rettangolare a forme fantasia

Peso: da 8-9 g al pezzo (torroncini) fino a 2 kg

Consistenza: Duro e friabile per il tipo classico; morbido e fondente per il tipo tenero.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce

     Colore: Bianco

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Il torrone viene ottenuto facendo cuocere ed amalgamare l’impasto di miele e albume al quale vengono aggiunti zucchero e mandorle. Il composto ottenuto viene quindi fatto raffreddare e avvolto da ostie per la sua protezione; dopo un periodo di stagionatura viene confezionato.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: TORTA BERTOLINA

Sinonimo: Turta Bertulina

Territorio: Crema e Cremasco (CR)

Descrizione sintetica del prodotto: Dolce da forno

Ingredienti: Uova, farina, zucchero, olio di semi, latte, sale e lievito

Forma: Rotonda

Dimensioni: Da cm 25 a cm 80

Peso: da 200 g a 4 kg

Consistenza: Soffice

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce naturale

     Odore: Dolce naturale

     Colore: Dorato

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Si conserva a lungo.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Quelle di un normale laboratorio di pasticceria.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: TORTA DI MANDORLA

Sinonimo: Turta de armandule

Territorio: Cremona e provincia

Descrizione sintetica del prodotto: Torta secca

Ingredienti: Farina di grano tipo 00, mandorle, zucchero.

Forma: Rotonda

Peso: 300 g

Consistenza: Friabile

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce

     Odore: Delicato e aromatico

     Colore: Marrone chiarissimo

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Laboratorio munito di forno.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: TORTA SBRISOLONA

Sinonimo: Sbrisuluusa

Territorio: Cremona e provincia

Descrizione sintetica del prodotto: Torta secca

Ingredienti: Farina di frumento e farina di mais, zucchero, strutto, mandorle.

Forma: Rotonda o rettangolare.

Peso: confezione più comune 300 g

Consistenza: Friabile.

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce con prevalenza delle mandorle e del mais

     Odore: Tipico

     Colore: Marrone chiaro

Materiali, attrezzature, locali specifici per la produzione: Laboratorio attrezzato con forno.

Categoria: PRODOTTI DA FORNO E DA PASTICCERIA

Denominazione: TRECCIA D’ORO “CREMA”

Territorio: Crema e Cremasco (CR)

Descrizione sintetica del prodotto: Dolce da forno.

Ingredienti: Farina, burro, zucchero, uova, uva sultanina, cedro candito a cubetti, arancio candito a cubetti, sale.

Forma: Treccia.

Dimensioni: Da cm 25 a cm 80

Peso: Da 660 g a 4 kg

Consistenza: Soffice

Caratteristiche organolettiche:

     Sapore: Dolce naturale

     Odore: Dolce naturale

     Colore: Dorato

Descrizione sintetica delle metodiche di lavorazione, stagionatura, conservazione: Si conserva a lungo.

Materiali, attrezzature, locali specifici per Ia produzione: Quelle di un normale laboratorio di pasticceria
 

** materiale raccolto ed organizzato da Gian Carlo Storti, Cremona 1 ottobre 2006.

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 14498 | Inviati: 0 | Stampato: 130)

Prossime:
Isola Dovarese e la sua storia . ( ricerca n. 51) – 08 Novembre, 2006
La scomparsa di Germano Strozzi – 23 Ottobre, 2006
Casalmaggiore e le Ville- ric. n. 50 – 08 Ottobre, 2006
Giuseppe Ghisalberti, l’avvocato Presidente dal 1948 al 1970-ric. n. 49 – 01 Ottobre, 2006
Provincia di Cremona, breve storia- 2° parte- ric. n. 48 – 01 Ottobre, 2006

Precedenti:
Soresina – la via dell’industria tra filari di gelsi - ric.n. 46 – 01 Ottobre, 2006
La scomparsa di Giacomo Guindani – 27 Settembre, 2006
Renato Campi, un ragazzo cremonese fucilato dai fascisti il 16 febbraio '45 – 15 Settembre, 2006
De magnificentia et excellentia Cremonae (nel '500) – 08 Settembre, 2006
La Mitèin, compie cent'anni. di Gian Carlo Storti – 03 Settembre, 2006

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009