News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Storia Cremonese

01 Dicembre, 2010
I podestà ed i sindaci della città di Cremona dal 1859 ad oggi.
Dal Marchese Pietro Araldi Erizzo ad Oreste Perri. Fra i sindaci un comunista ( Pozzoli) ed un garibaldino ( Mandelli).

I podestà ed i sindaci della città di Cremona dal 1859 ad oggi.
Dal Marchese Pietro Araldi Erizzo ad Oreste Perri. Fra i sindaci un comunista ( Pozzoli) ed un garibaldino ( Mandelli).
In questa breve nota presentiamo una panoramica molto generale dei postestà e dei sindaci che si sono succeduti dal 1859 al oggi.

1859. Il Marchese Pietro Araldi Erizzo
Il primo sindaco Cremona fu il marchese Pietro Araldi Erizzo, rappresentante ufficiale della lotta risorgimentale. Fu nominato dal Governatore di Lombardia e resse le sorti di Cremona dal giugno 1859 al febbraio 1860; nei nove mesi egli era il Podestà, ma dal primo marzo 1860 fu eletto Sindacocon decreto reale in base al risultato
delle elezioni generali. Fu scelto tra i quaranta consiglieri eletti in Comune e il nobile cremonese rimase in carica fino al febbraio 1861.
1860.Il commissario Giuseppe Dogliotti
Subito dopo il marchese Araldi Erizzo si ebbe un Commissario, l'avvocato Giuseppe Dogliotti, che era all'epoca il vice prefetto di Torino.
Si insediò il 12 settembre come Commissario governativo straordinario dopo che il Governo aveva sciolto il Consiglio comunale. Dogliotti
rimase a Cremona fino al mese di dicembre del 1862.
1862. Il vice sindaco Antonio Gorra
Dopo le elezioni generali, il dottor Antonio Gorra veniva eletto vice sindaco rimanendovi fino al gennaio 1864.
1864. Camillo Vaccheli
L'ing. Camillo Vacchelli, rimase in carica fino al marzo 1867.
1868.Giuseppe Tavolotti
Nell' agosto 1868, l'avvocato Giuseppe Tavolotti viene eletto e rimane in carica fino al giugno 1873.
E' durante questa amminsitrazione che avviene il primo sventramento del centro storico con la demolizione
della basilica e del convento di S. Domenico per far posto agli attuali giardini pubblici
1873. Alessandro Alquati.
Il dottor Alessandro Alquati è nominato commissario dal giugno 1873 e solo per un mese.
1873. Rieletto Giuseppe Tavolotti
Dopo le elezioni generali è rieletto l'avvocato Giuseppe Tavolotti che resta in carica
dal luglio 1873 all'ottobre 1874.
1878. Giuseppe Sacchi
Non sempre era possibile eleggere il sindaco. In questo caso si incaricava o il vice-sindaco o l'assessore anziano.
Nel settembre 1878, con decreto reale venne confermato l'avvocato Giuseppe Sacchi che rimase in carica
fino al settembre 1886.
1886.Giuseppe Puerari
L'ing. Giuseppe Puerari era un tecnico e si adoperò per risolvere molte questioni cittadine, come il ponte in
chiatte, il Viale Po, il ponte in ferro sulla Cremona-Piacenza. Aveva anche progettato la sistemazione di via
Ruggero Manna.
1889.Luciano Ferragni
Luciano Ferragni, sindaco elettivo dal novembre 1889 al maggio 1891. Ferragni ebbe anche l'onore di essere il primo cittadino sindaco della sinistra.
1889-1891. Furono nominati alcuni commissari straordinari.
1891. Giuseppe Lava
L'avvocato Giuseppe Lava veniva eletto sindaco come facente funzioni dal luglio all'ottobre 1891
1891.Pietro Rizzi
Il dottor Pietro Rizzi veniva eletto nell'ottobre 1891 e riconfermato anche nel periodo ottobre 1892 - novembre 1893. Pietro Rizzi dovette mantenne anche la carica di Presidente della Camera di Commercio. Continua l'attività l'assessore anziano ing. Landriani.
1894.Luciano Ferragni
Il commissario regio, dottor Ferdinando Bolza, si insediava in Comune fino all'aprile 1894, quando si rieleggeva,
nonostante la sua opposizione l'avvocato Luciano Ferragni. Questi rimase fino al gennaio 1897 quando, per l'impossibilità di governare, si nominava un nuovo Commissario, l'avvocato Onorato Sermonio che rimase fino all'aprile 1898
1898.Dario Ferrari
L' avvocato Dario Ferrari eletto il 20 novembre 1898 rimane in carica fino al il 15 luglio 1902
1902. Remo Lanfranchi.
Dario Ferrari viene sostituito dall'ing. Remo Lanfranchi, uno dei personaggi più in vista in città e che nel 1910 presentò il primo Piano regolatore
generale della città.
1902.L'avvocato Giuliano Sacchi dal dicembre 1902 all'ottobre 1903
1093.L'avvocato Fulvio Cazzaniga dal novembre 1903 al novembre 1904
1904. L'avvocato Francesco Piazza dal novembre 1904 al luglio 1906
1906. Bernardo Zanelli
Ll'avvocato Bernardo Zanelli rimase in carica fino al al giungo 1913
1914.Attilio Dotti
Attilio Dotti (luglio 1914-marzo 1920) ebbe il merito di aver realizzato la linea tramviaria.
1920.Tarquinio Pozzoli
Dopo una breve gestione commissariale,nel novembre 1920 venne eletto Tarquinio Pozzoli. Non rimase però a lungo, perché si elesse
un pro-sindaco nella figura dell'avvocato Giuseppe Chiappari, che subentrò all'avvocato Giuseppe Gandolfi che non aveva accettato.
E' significativo segnalare che Pozzoli, eletto come socialista, partecipò alla fondazione, nel 1921, al Partito Comunista l'Italia.
1922.Alfoso Mandelli, garibaldino
Dopo un periodo commissariale di Giuseppe Rogges nel 1922, nel marzo 1923 fu eletto Alfonso Mandelli, il quale, ancora ragazzo, si era
arruolato volontariamente nei garibaldini.
Nel 1926 ritorna il Podestà
Nel 1926, il Consiglio comunale venne soppresso dal fascismo e al suo posto ritornò l'antico podestà di nomina non elettiva
Nel ventennio fascista i podestà furono cinque, l'avvocato Giovanni Bellini, il dottor Attilio Gnocchi, il comm. Francesco Gambazzi (per due volte) e
l'ing. Bruno Bartolomeo Caffi.
1945.Buno Calatroni.
Dopo la liberazione ritorna la figura del sindaco. Il primo sindaco del dopo guerra fu l'avvocato Bruno Calatroni, nomina ratificata
dal Comando provinciale alleato.
Nella foto allegata si riconoscono alcuni componenti della giunta del sindaco Bruno Calabroni e precisamente:
-G. Zanotti,Marabotti, il vice sindaco Leggeri,G.Bodini.Giuseppe Agosti e Carlo Granata.
1946.Gino Rossini
Nelle elezioni del marzo 1946 fu sindaco Gino Rossini, seguito dall'avvocato Ottorino Rizzi,
1952 Giovanni Lombardi rimane in carica fino al 1956.
1956. Lorenzo Salazar
Dopo le elezioni del 1956 venne nominato commissario Lorenzo Salazar.
1957.Arnaldo Feraboli
Dalle elezioni del 1957 fu eletto il rag. Arnaldo Feraboli.
1961. Vincenzo Vernaschi
Vincenzo Vernaschi rinane sindaco di Cremona per tre legislature dal 1961 al 1968.
1969. Giovanni Santini è nominato commissario nel 1969
1970.Emilio Zanoni
Il dottor Emilio Zanoni, viene eletto dopo le elezioni del 1970 e riconfermato nel 1975 fino al 1980.
1980.Renzo Zaffanella.
Eletto dopo le elezioni dell'8 giugno 1980 rimane sindaco fino all'89.
1990.Alfeo Garini
Nel 1990, fu eletto sindaco Alfeo Garini (DC), che insieme a Giuseppe Tadioli (PCI), suo vice, diede vita alla giunta 'anomala'.
1995. Paolo Bodini
Nel 1995 fu eletto sindaco il dottor Paolo Bodini, primo cittadino per due mandati, fino al 2004
2004. Gian Carlo Corada
Corada è eletto al primo turno nel giugno 2004
2009. Oreste Perri.

Oreste Penne batte Giancarlo Corada al turno di ballottaggio nel giugno del 2004.

Note a cura di red/gcst
cr 1 dicembre 2010

In allegato la foto della prima giunta del 1946 presiuduta dal Sindaco Bruno Calatroni.

 


Commento Visualizza allegato o filmato       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 6650 | Inviati: 0 | Stampato: 80)

Prossime:
CREMONA. GLI ARCHI DI PALAZZO COMUNALE – 20 Dicembre, 2010
Storia OLEIFICIO ZUCCHI S.P.A.: Il primato di una grande tradizione – 15 Dicembre, 2010
Tamoil. Storia RAFFINERIA CREMONA – 08 Dicembre, 2010

Precedenti:
Maledetto Sanmartino, di Kiro Fogliazza.  – 14 Novembre, 2010
Abeni Evelino ha compiuto 70 anni – 07 Novembre, 2010
Inaugurazione nuova statua di del Sommo Liutaio Antonio Stradivari – 02 Novembre, 2010
Lapide di Bissolati ad Alberobello: quella oggi esistente non è l'originale ( di Mario Piepoli) – 15 Ottobre, 2010
Alberobello e Leonida Bissolati di Gian Carlo Storti – 24 Settembre, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009