News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Buone Notizie

05 Aprile, 2009
Coldiretti Cremona: ok all’energia dai campi
Ok all’energia dai campi, ma con equilibrio e, soprattutto, senza snaturare la vocazione delle imprese agricole

Coldiretti Cremona: ok all’energia dai campi ma non si sottraggano terreni al made in Italy Ok all’energia dai campi, ma con equilibrio e, soprattutto, senza snaturare la vocazione delle imprese agricole e senza sottrarre terreno alle coltivazioni e all’allevamento, basi del made in Italy agroalimentare: è questa, in sintesi, la posizione espressa da Coldiretti Cremona nell’ambito della discussione apertasi in provincia, in merito alla ricerca di fonti alternative, e soprattutto rinnovabili (agricole e solari), rispetto ai combustibili convenzionali.
“Il particolare periodo congiunturale, che vede da una parte incentivi pubblici molto allettanti verso la produzione di energia da fonti rinnovabili, e dall’altra il valore delle materie prime agricole in discesa continua, sta creando forte preoccupazione sul territorio. Condizioni concorrenziali anomale, alimentate da grandi progetti di centrali energetiche a biomasse vegetali o di pannelli fotovoltaici, stanno delineando una così rapida conversione da produzioni agroalimentari a produzioni agroenergetiche da far riflettere: c’è un rischio, sempre più evidente, di una massiccia ‘conversione’ dei nostri terreni da colture foraggiere, base della filiera zootecnica, a colture energetiche o a pannelli fotovoltaici per conto terzi” così Mara Malinverno, Responsabile del settore Ambiente e Innovazione di Coldiretti Cremona, riassume la questione.
“In un’ottica di sviluppo della filiera agro-energetica siamo favorevoli al biogas a scala aziendale e, soprattutto, alla produzione fotovoltaica applicata ai fabbricati rurali, che sono tanti, e che non inciderebbe minimamente sull’attuale assetto agronomico ed economico cremonese – prosegue la dott.ssa Malinverno –. Quello che non intendiamo correre è il rischio che la nostra agricoltura, da settore trainante dell’economia non solo provinciale, si trasformi in mera fornitrice di materia prima, o di terreni, o di manovalanza spicciola, a grandi realtà che, puntando su megaprogetti di campi fotovoltaici o di centrali a biomasse, snaturerebbero la nostra agricoltura”.
Coldiretti Cremona sta sollecitando un impegnativo atto di indirizzo alla Provincia e alla Regione, affinché si possa delineare una prospettiva di equilibrio tra la tutela delle produzioni tipiche locali, e quindi di un territorio vocato e di grande valore agricolo, e la giusta necessità di attivare energie da fonti alternative. Una posizione sostenuta anche da Arnaldo Freri, Componente di giunta Coldiretti e Presidente dell’Associazione Regionale Produttori Cereali, nel recente incontro svoltosi tra la Dirigenza del Settore Ambiente e Settore Territorio della Provincia e le Organizzazioni agricole. “E’ in questa direzione che la Provincia di Cremona si sta muovendo, con impegno unanime di tutta l’Amministrazione, affinché si introducano direttive che leghino i futuri impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili al territorio stesso e alle materie prime disponibili localmente, andando a rivedere il Piano Energetico Provinciale – conferma Mara Malinverno –. Nell’incontro appena svolto sono state poste le basi per una concreta azione di contenimento e di indirizzo delle sempre più numerose domande di autorizzazione per megacentrali a biomasse vegetali e per megaprogetti di campi fotovoltaici in provincia, che nulla hanno in comune con la nostra agricoltura”.
“Essere attori di una nuova filiera, a misura aziendale, con impianti energetici diversificati, piccoli e diffusi sul territorio, in equilibrio con le produzioni di qualità note in tutto il mondo, significa essere imprenditori – rimarca Mara Malinverno –. Qualsiasi altra ‘formula’ significa delegare sia la propria azienda che il suo valore aggiunto ad altri”.
“Riteniamo – è la conclusione – si stia attraversando un momento di grave confusione normativa, in questo ambito, che necessita di una fase di moratoria al fine di calibrare i giusti strumenti di valutazione e di autorizzazione alle centrali, a tutela del territorio e della collettività”.

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 4771 | Inviati: 0 | Stampato: 34)

Prossime:
Festival di Mezza Estate: il programma completo dell'edizione 2009. – 15 Maggio, 2009
Festa dell'Europa: brinda con noi il 10 maggio! – 01 Maggio, 2009
Le aziende per i servizi sociali in provincia di Cremona. – 23 Aprile, 2009
Nasce TeSetChi : per una agenda cremonese scritta "dal basso" – 11 Aprile, 2009
Concorso di Progettazione Grafica.Promosso dal Forum Giovani Ambiente. – 08 Aprile, 2009

Precedenti:
Coldiretti Cremona: si estende il Mercato di Campagna Amica – 02 Aprile, 2009
Nuove disposizioni regionali per i Negozi storici e gli altri luoghi storici del commercio  – 23 Marzo, 2009
Una nuova importante pubblicazione di storia cremonese – 17 Marzo, 2009
I cremonesi apprezzano molto i servizi organizzati dal Comune – 12 Marzo, 2009
Il benvenuto a NeASS – Lombardia – 06 Marzo, 2009

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009