News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Buone Notizie

17 Marzo, 2009
Una nuova importante pubblicazione di storia cremonese
Les concerts d’Ulisse Matthey à Crémone (I) di Michele Bosio

Una nuova importante pubblicazione di storia cremonese
Les concerts d’Ulisse Matthey à Crémone (I) di Michele Bosio
Appunti per una storia della ricezione della musica organistica a Cremona nella prima metà del XX secolo: i concerti di Ulisse Matthey a Cremona e nel cremonese (I) in «La Tribune de l'Orgue», LXI (2009), n. 1 (a più puntate, in traduzione francese di Guy Bovet) di Michele Bosio. Sono lieto di segnalare l'uscita del mio nuovo contributo dedicato ad Ulisse Matthey pubblicato a più puntate in traduzione francese di Guy Bovet, questa è la prima.
Abstract:
[...] Ulisse Matthey (1876-1947) è da considerarsi come il più grande organista italiano della prima metà del secolo scorso. Naturalmente, si potrebbe obiettare subito dicendo che invece sia Marco Enrico Bossi il più grande organista italiano del Novecento. Bossi fu sicuramente un interprete straordinario, un superbo improvvisatore, ma soprattutto fu un formidabile compositore. Matthey, pur essendo dotato di notevoli qualità improvvisative e compositive, fu soprattutto un eccelso esecutore di musiche altrui, uno strabiliante virtuoso, specialmente nelle proprie funamboliche trascrizioni.
Se fosse vissuto in Francia, il suo nome sarebbe stato iscritto a caratteri indelebili nella cerchia dei migliori allievi usciti dalla scuola di Alexandre Guilmant e Charles-Marie Widor, mentre egli è vissuto in Italia. Ed in Italia, a quel tempo, non si era ancora abituati ad ascoltare in chiesa la musica dei grandi compositori d’Oltralpe come Bach, Mendelssoh, Franck, Reger...
Egli incarnò più di ogni altro la figura romantica del virtuoso-concertista. Pur avendo formato una discreta schiera di allievi, rimase sempre il maestro insuperabile. Sfortunatamente, con la sua morte il suo nome fu repentinamente dimenticato. Anche la sua musica, non sempre di immediata intelligibilità e molto complessa dal punto di vista tecnico, finì per essere dimenticata. Forse, solamente Fernando Germani (1906-1998) intraprese un’intensa carriera concertistica ed ottenne numerosi riconoscimenti a livello internazionale, similmente al Matthey; ma anch’egli finì per essere dimenticato, o quasi.
Il rinascimento dell’arte organaria classica, sorto in Italia nei primi anni Cinquanta del secolo scorso come naturale reazione al Cecilianesimo di cui Matthey fu una delle figure più emblematiche, portò al progressivo interesse ed allo specifico studio per compositori del passato le cui musiche potessero essere restituite correttamente al presente e conseguentemente essere eseguite su strumenti originali; nella fattispecie organi storici. Gradualmente si perse interesse per i compositori tardo romantici, gli stessi che si schierarono in favore del cosiddetto «organo eclettico», cioè idealmente (utopisticamente) capace di raggruppare in sè tutte le caratteristiche morfologiche adatte tanto per l’esecuzione di musiche del Diciassettesimo quanto del Ventesimo secolo. Il nome di Bossi è, forse, uno dei pochi che si salvarono dall’oblio, se non altro grazie allo studio obbligatorio di alcune sue composizioni in programma per il corso tradizionale di Organo e Composizione organistica. Ma della musica, dei compositori e degli strumenti del Cecilianesimo si fece volentieri a meno. Si cercò di accantonare la parentesi ceciliana bollandola come un momento di decadenza dell’arte organaria italiana, finendo così per «fare di tutta l’erba un fascio». Non distinguendo, cioè, i lati positivi e negativi di un periodo composito, che abbraccia l’ultimo quarto dell’Ottocento per giungere sino a metà Novecento, in cui si cercò di riformare la musica sacra italiana (agli inizi del Ventesimo secolo ancora imbrigliata in stilemi per lo più melodrammatici e bisognosa di un rinnovamento).
Oggi, vorremmo guardare con interesse storico a questo passato recente, non ancora sufficientemente indagato, o semplicisticamente liquidato, riscoprendolo attraverso una poliedrica figura del mondo dell’organo a canne: Ulisse Matthey.
Abbiamo tracciato un breve profilo biografico del Maestro, accompagnato da una disamina sulla sua attività concertistica a Cremona e nel cremonese, con particolari riferimenti ai programmi proposti ed agli organi suonati. Matthey ebbe un rapporto privilegiato con Cremona, perché sede delle famiglie organarie più in voga a quel tempo e con le quali strinse intensi rapporti professionali: Pacifico Inzoli (Crema) e gli allievi Giovanni Tamburini (Crema) e Giuseppe Rotelli (Cremona). Ma, anche grazie ai legami di amicizia con l’avvocato e critico musicale Ubaldo Ferrari (1849-1936), col compositore Federico Caudana (1878-1963) e soprattutto con l’organista Vincenzo Germani (1894-1958), suo allievo e raffinato concertista.
Tutto ciò contribuì a cementare il suo rapporto con la città icona della liuteria, ma all’epoca anche dell’organaria.
Si è scelto di riportare anche tutti gli articoli tratti dai giornali cremonesi coevi nei quali si parla dell’attività concertistica di Matthey. Dallo spoglio sistematico di essi sono emersi particolari molto interessanti, come l’ampia varietà degli autori proposti, le straordinarie doti del Nostro come accompagnatore sia di voci sia di strumenti, nonché la grande presa che egli era sempre in grado di esercitare su un pubblico di addetti ai lavori come pure di semplici uditori. [...]


Fonte:
Dr. Michele Bosio
Viale Trento e Trieste 26
26100 Cremona (Cr)
Tel e Fax 0372 33128
Cell 339 5411053
E-mail mi.bosio@libero.it
Wb-site http://musicaliaorganalia.blogspot.com/

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 6185 | Inviati: 0 | Stampato: 108)

Prossime:
Nasce TeSetChi : per una agenda cremonese scritta "dal basso" – 11 Aprile, 2009
Concorso di Progettazione Grafica.Promosso dal Forum Giovani Ambiente. – 08 Aprile, 2009
Coldiretti Cremona: ok all’energia dai campi  – 05 Aprile, 2009
Coldiretti Cremona: si estende il Mercato di Campagna Amica – 02 Aprile, 2009
Nuove disposizioni regionali per i Negozi storici e gli altri luoghi storici del commercio  – 23 Marzo, 2009

Precedenti:
I cremonesi apprezzano molto i servizi organizzati dal Comune – 12 Marzo, 2009
Il benvenuto a NeASS – Lombardia – 06 Marzo, 2009
Vocabolario – 28 Febbraio, 2009
Le decisioni della Giunta del Comune di Cremona del 25 febbraio 2009 – 25 Febbraio, 2009
Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo – 10 Febbraio, 2009

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009