News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Varie

15 Settembre, 2002
«Era destino»
La musica di Fabio Turchetti e le poesie di Mariella Mehr incantano la Svizzera. Il 27 maggio le «Poesie del Zach» al Cambonino

20 maggio, giornata conclusiva della seconda edizione del festival “Chiassoletteraria”, dal titolo “Era destino”. Ospite sul palco del teatro di Chiasso la poetessa svizzera (di origine rom / jenische) Mariella Mehr, accompagnata dalla traduttrice italiana del suo romanzo “Labambina” e dei versi raccolti in “Notizie dall’esilio” (Edizioni Effigie, 2006).

Mariella legge alcuni brani, commenta. «Nessun sogno cadde dal firmamento, / solo pietra nera. / Urlai nel sonno / e raccolsi le pietre, / le gettai nel paesaggio non nato / del mattino. // Un mendicante inciampò, le sollevò, / nelle sue mani divennero oro.»

Parole dense su un destino individuale e collettivo, di Mariella Mehr e di milioni di zingari torturati da una storia millenaria nell’indifferenza diffusa della società e della cultura. Destino dei popoli – dei loro figli – senza una elite culturale che li rappresentasse, ricorda Anna Ruchat.

Ma accadde che una di loro, Mariella Mehr, riuscisse a strapparsi da sotto la pelle quelle parole che «divennero oro», nelle mani di qualche “mendicante”: la sua traduttrice Anna Ruchat e - grazie a questa versione italiana delle poesie – Fabio Turchetti, compositore di 10 brani di straordinaria forza evocativa. «Era destino.» Sul palco del Teatro di Chiasso – trasmesso in diretta dalla Radio svizzera (Rete 2 di RTSI) – Fabio Turchetti con un quartetto d’eccezione cantava le poesie di Mariella Mehr. Cantava e incantava.

«Era destino» anche la formazione di questo quartetto. Turchetti aveva conosciuto a Cremona Andrea Panitz che all’epoca faceva “solo” il liutaio. Ora Panitz è musicista di successo con la sua band “Dschané”, e Turchetti non poteva che pensare a lui per l’esecuzione di questi brani. Era destino, dicevamo, perché Andrea Panitz e Mariella Mehr sono legati da antica amicizia, ma questo Turchetti non lo poteva sapere, lo ha scoperto quando propose a Panitz la partecipazione al progetto.

Alla chitarra “zingara” di Panitz si sono uniti il violino di uno strepitoso Bernhard Suter e il contrabbasso di Enzo Frassi alla cui bravura siamo certo già abituati ma ieri, a Chiasso, quel contrabbasso ha ritrovato una vibrazione tutto speciale.

Dalla registrazione della Radio presto nascerà un disco, dall’incontro – che è musicale ma non meno umano – forse nasceranno altri progetti.

Dall’incontro del compositore Turchetti con la poesia d’autore sta già nascendo un fior di lavoro: «Poesie del Zach», un disco di poesie dialettali “musicate”, registrato al Teatro Monteverdi il 25 aprile, che sarà presentato il 27 maggio al Cambonino alla prima edizione – “edizione di prova” – di una minirassegna di musica (di matrice) tradizionale ideata da Turchetti e dall’Associazione Musicale Porta Marzia. “La Svizzera” è interessata al progetto. Lo sarà anche Cremona?
T.M.

«Mariella Mehr è nata Zurigo da una famiglia zingara di ceppo Jenische. Vittima dell’opera Kinder der Landstrasse (Bambini di strada) la Mehr – come molti altri figli del “popolo errante” – è stata tolta alla madre nella primissima infanzia, lasciata in custodia a famiglie affidatarie, orfanotrofi, istituti psichiatrici, ha subito violenze, elettroshock, e a 18 anni, come era accaduto a sua madre, le hanno tolto il figlio. La Mehr, che dal 1996 vive in Toscana, ha fatto della denuncia della persecuzione del suo popolo in Svizzera (un fenomeno di cui si sapeva pochissimo fino alla fine degli anni Ottanta) il centro della propria scrittura. Nella raccolta Notizie dall’esilio (qui pubblicata in versione trilingue: tedesco, italiano e rom) uscita in tedesco nel 1998 risuona un visionario, a volte allucinato grido di dolore sul confine della follia. Un appello all’ascolto che non cerca consolazione nel linguaggio, ma usa la lama del paradosso per far emergere nei paesaggi, nei corpi, nel firmamento, i bagliori di un senso perduto, aprendo uno spiraglio sulla spietata ipoteca del quotidiano.»
Fonte: http://www.effigiedizioni.it

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 7102 | Inviati: 1 | Stampato: 189)

Prossime:
Cremona tagliata fuori dall'alta velocità – 15 Settembre, 2002
Alloni(PD): "A Castelleone si registrano ritardi persistenti e poche carrozze – 15 Settembre, 2002
A furia di marce indietro il Sindaco finirà nel fosso – 15 Settembre, 2002
IL CAPITALE : RIFLESSIONI FUORI DAL TEMPO di M. Superti – 15 Settembre, 2002
Giovani Impresa, percorso di formazione – 15 Settembre, 2002

Precedenti:
Articolo 18 Legge 300 del 20 maggio 1970 "Statuto dei lavoratori" – 15 Settembre, 2002
NEWS LEGAMBIENTE LOMBARDIA – 15 Settembre, 2002
DPEFR 2003, la parola alle associazioni – 15 Settembre, 2002
FERMARE LA GUERRA IN MEDIO ORIENTE – 15 Settembre, 2002
VENERDI 11 ottobre ore 17,30 a Cremona: Mani Pulite – 15 Settembre, 2002

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009