News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Varie

28 Maggio, 2007
Ecco perchè firmare per il referendum
Ciro Ramaschiello su Bresciaoggi di sabato 26 maggio 2007

Caro direttore,

mi consenta di tranquillizzare quei cittadini restii ad avvicinarsi ai banchetti che stiamo allestendo per la raccolta delle firme relative al Referendum elettorale per abrogare alcune parti dell’attuale legge definita generalmente «Porcellum» e per ridurre la frammentazione con partitini vari, che rendono ingovernabile il «nostro» amato Paese. Informo che questo Referendum, è promosso dai professori Mario Segni e Giovanni Guzzetta, ed è pertanto trasversale rispetto a tutti i partiti, non è relativo quindi ad uno schieramento politico, è quindi può essere patrimonio di tutti quei cittadini che lo desiderino e che ne condividano i contenuti.

Nei nostri banchetti non troveranno bandiere di partito, se ci fosse comunque qualche forza politica che preferisce raccogliere autonomamente le firme esponendo i simboli di partito, i cittadini devono sapere che quelle firme raccolte confluiranno comunque nell’ unico calderone del comitato nazionale che come detto trova i due massimi rappresentanti in Mario Segni e Giovanni Guzzetta.

Sintetizzo brevemente il contenuto referendario.

Consentire alle liste di coalizzarsi, mantenendo la propria individualità, per ottenere il premio di maggioranza, ha indotto nelle ultime elezioni, la formazione di due grosse coalizioni frammentate con numerosi partiti.

Il 1° ed il 2° quesito attribuiscono il premio di maggioranza alla lista (non alla coalizione) che prende più seggi, impedendo a partiti e partitini di coalizzarsi transitoriamente solo per beneficiare del premio per poi dividersi dopo in parlamento creando i noti e continui problemi di instabilità governativa.

Un secondo effetto è quello di innalzate le soglie di sbarramento per avere seggi in Parlamento, portandole al 4% per la Camera ed 8% al Senato. Resteranno in vigore l’indicazione del Premier e del Programma.

Il sistema elettorale post-referendum spingerà i soggetti politici a fondersi (liste). Si potrà aprire, per l’Italia, una prospettiva tendenzialmente bipartitica e/o comunque di coalizioni di governo più coese. La frammentazione si ridurrà drasticamente.

Scomparendo le Coalizioni elettorali eviteremo che i partiti uniti il giorno delle elezioni diventino concorrenti il giorno successivo, ricercando visibilità. I partitini che si fonderanno in una lista unica non potranno successivamente rivendicare una propria quota di consensi, sarebbe molto difficile spiegare ai cittadini eventuali lacerazioni della maggioranza. Si eviteranno minacce di scissioni e continue trattative tra i partiti.

Il terzo quesito fa giustizia dello scandalo che consente di candidarsi in più circoscrizioni, anche in tutta Italia. Il plurieletto, «regala» il seggio ai secondi candidati (non eletti) in quella circoscrizione, grazie alla sua rinuncia, di fatto coopta altri candidati. Nell’attuale legislatura, 1/3 dei parlamentari sono scelti dopo le elezioni da chi già è stato eletto, diventando parlamentari per via cooptativa.

Ciro Ramaschiello
per CO.RE.L. Brescia
Comitato Referendario Lombardo

 


       CommentoFonte



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 4816 | Inviati: 0 | Stampato: 95)

Prossime:
«De Migratione» – 25 Giugno, 2007
Contributo all’Associazione Baskin – 21 Giugno, 2007
«Il festival che non c’è più» – 08 Giugno, 2007
Consulta Provinciale delle acque – 06 Giugno, 2007
contro l’abolizione del servizio SMS2GO da parte di Trenitalia – 01 Giugno, 2007

Precedenti:
Cambonino Folk Festival – 24 Maggio, 2007
«Era destino» – 21 Maggio, 2007
I lavori della Giunta Comunale del 16 maggio 2007 – 16 Maggio, 2007
Progetto DEEP al Forum GPP a Cremona Fiere – 12 Maggio, 2007
Crocefisso e Madonna alla Mangiagalli ed il forsennato Prosperini – 10 Maggio, 2007

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009