News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Storia Cremonese

14 Agosto, 2010
Cenni storici Comune di Bordolano.
Alcuni storici intendono ravvisare in Bordolano l'antica fortezza romana di Bedriaco di cui parla Tacito nelle sue "Storie"

Cenni storici  Comune di Bordolano.
Alcuni storici intendono ravvisare in Bordolano l'antica fortezza romana di Bedriaco di cui parla Tacito nelle sue "Storie" ai cap. XVI, XIX e XX. Si trattava di una fortezza romana di primo ordine, fornita di ogni mezzo di offesa e di difesa e base di rifornimento per gli eserciti che operavano in alta Italia. Tacito la pone "inter Cremonam Veronamque". la sua celebrità è dovuta particolarmente alla battaglia tra Ottone e Vitellio e tra Vitellio e Vespasiano. Comunque è certa la sua esistenza sul finire del VII secolo, quando gli abitanti di Cremona fuggirono davanti ad Agilulfo ricercandovi asilo tra i boschi e le paludi che occupavano il largo letto del fiume
Oglio. Assegnata da Agilulfo al Conte di Brescia, Bordolano tornò a Cremona sotto lo scettro di Carlo Magno, e da allora segue tutte le vicissitudini del contado cremonese come centro di commercio importante sull'Oglio e sede di fortezza militare.

Cinta di doppie mura, era difeso da un castello sede di un Capitano e delle milizie cremonesi. Distrutta più volte e sempre ricostruita, più. Nel 1218 Bordolano venne distrutto dalle truppe milanesi; all'inizio del Trecento era controllata dai Cavalcabò, famiglia di parte guelfa.

Nel giro di pochi anni però il governo di Cremona passò alla parte ghibellina, vicina all'imperatore Enrico VII, che aveva nei Dovara e nei Ponzone le famiglie di maggior spicco. In seguito all'allontanamento dell'imperatore le sorti della città tornarono in mano ai guelfi, con Guglielmo Cavalcabò nel 1312. Nel 1432 la città venne occupata dai veneziani con Francesco Gonzaga.
Tornata nel XV secolo sotto il controllo di Milano fu feudo dei Visconti, nell'500 fu occupata dai francesi, e il castello in seguito venne distrutto dagli spagnoli.

Nel 1525, infine, fu data in feudo da Francesco II Sforza ai Del Maino. In età spagnola era infeudato al conte del Maino nobile milanese, nel 1562 è citato tra i comuni del contado di Cremona, nel 1751 risulta essere una comunità della provincia superiore del Contado cremonese.

Dalle risposte ai 45 quesiti emerge che il comune era amministrato da un consiglio formato da 20 consiglieri e dal cancelliere che si riuniva per il riparto delle tasse, eleggeva tre deputati al governo ai quali era affidata l'amministrazione ordinaria della Comunità.

La giurisdizione del comune era affidata sia al podestà di Cremona, sia al podestà del feudo, il console era il tutore dell'ordine pubblico.

Nel 1859 Bordolano era retto da un consiglio di quindici membri e da una giunta di due membri, fu incluso nel mandamento IV di Soresina. In base alla legge sull'ordinamento comunale del 1865 il comune veniva amministrato da un sindaco, da una giunta e da un consiglio.

Nel 1924 il comune risultava incluso nel circondario di Cremona della provincia di Cremona. In seguito alla riforma dell'ordinamento comunale disposta nel 1926 il comune veniva amministrato da un podestà.

Foto: Sito Comune di Bordolano.

Per saperne di più clicca qui:
- http://www.comunebordolano.it/mbcm/mb,home/iid,1

Red/gst

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 4836 | Inviati: 0 | Stampato: 43)

Prossime:
Giacomo Pagliari, il bersagliere cremonese che mori sulla breccia di Porta Pia – 19 Settembre, 2010
il 140° di Porta Pia alla vigilia del 150° dell*Unità nazionale – 18 Settembre, 2010
Si è svolta la giornata celebrativa dell'8 settembre a Cremona.  – 08 Settembre, 2010
CREMONA,8 SETTEMBRE 1943: NELLA COSCIENZA DELLA STORIA. di Giorgino Carnevali – 04 Settembre, 2010
Il sessantasettesimo anniversario dell’8 settembre di Ennio Serventi – 29 Agosto, 2010

Precedenti:
ENNIO SERVENTI: “NO, QUI LA STORIA E’ DIVERSA, CARO FRANZINELLI!”. – 08 Agosto, 2010
Liutprando da Cremona – 11 Luglio, 2010
Dei Caduti cremonesi in val di Susa, di Farinacci, di Aldo Protti e di altro ancora.... parliamone. – 04 Luglio, 2010
SENATORE VINCENZO VERNASCHI ,PRESENTATO IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI  – 22 Giugno, 2010
Ferruccio Ghinaglia, martire antifascista di Casalbuttano – 17 Giugno, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009