News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit






















 Storia Cremonese

15 Settembre, 2002
I 21 Garibaldini Cremonesi che parteciparono alla spedizione dei Mille del 1860 ( di G.C.Storti)
Il nostro sito www.welfarecremona.it invita gli studiosi ed i discendenti dei Garbaldini cremonesi ad inviare la documentazione od i ricordi di quegli eventi.

I nominativi dei  21 Garibaldini  Cremonesi che parteciparono alla spedizione dei Mille del 1860 ( di Gian Carlo Storti)
La spedizione dei Mille è un celebre episodio del periodo risorgimentale italiano, avvenuto nel maggio 1860 allorquando un corpo di volontari, protetto dal Piemonte, al comando di Giuseppe Garibaldi, partendo dalla spiaggia di Quarto (oggi Quarto dei Mille, a Genova) sbarcò in Sicilia occidentale, e conquistò l'intero Regno delle Due Sicilie, patrimonio della casa reale dei Borbone.
Nel consultare  l’ elenco alfabetico completo (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del Regno d'Italia del 12 novembre 1878)  ho estrapolato i nominativi dei 21 cremonesi che vi parteciparono.
Il nostro sito www.welfarecremona.it  invita gli studiosi ed  i discendenti dei Garbaldini cremonesi a frugare nei loro personali archivi, nelle loro soffitte, nelle scatole di scarpe contenenti le fotografie impolverate dei nonni e bisnonni   ed inviarci la documentazione od i ricordi di quegli eventi. Volentieri li pubblicheremo sul sito.
Forse riscopriremo le forti motivazioni ideali che sono alla base della costituzione dell’unità d’Italia.

Gian Carlo Storti
direttore di www.welfarecremona.it
storti@welfareitalia.it
Cremona 9 maggio 2010

----------------------------------------

I Garibaldini cremonesi

I Garibaldini, censiti, della Provincia di Cremona furono ventuno.
La suddivisione  per comune:
-Cremona                    n. 6
-Soresina                     n. 5
-Trescore Cremasco    n. 2
-Ostiano                      n. 2
-Pizzighettone               n. 1
-Castelleone                n. 1
-Gussola                      n. 1
-Scandolara Ravara     n. 1
-Solarolo Rainerio        n. 1
-Casalmaggiore            n. 1

Elenco in ordine alfabetico:

  1. Sante Luigi Arcari (Cremona, 17 luglio 1826 - Milano, 19 aprile 1871)
  2. Antonio Davide Balboni (Cremona, 21 febbraio 1831), barbiere.
  3. Claudio Bignami (Pizzighettone, 3 marzo 1835)
  4. Carlo Coelli (Castelleone, 13 settembre 1838), medico.
  5. Cesare Comi (Trescorre Cremasco???) , 11 marzo 1844), tenente nel 30º reggimento fanteria.
  6. Angelo Enrico Crema (Cremona, 17 marzo 1836 - ivi, 9 febbraio 1867).
  7. Giuseppe Fattori (Ostiano, 2 luglio 1839)
  8. Edoardo Fiorini (Cremona, 10 dicembre 1835)
  9. Luigi Giovanni Giulini (Cremona, 31 maggio 1835), ingegnere nelle ferrovie.
  10. Carlo Guida (Soresina, 3 ottobre 1840), ingegnere.
  11. Ferdinando Maestroni (Soresina, 19 settembre 1838), ingegnere, possidente.
  12. Alessandro Mina (Gussola, 12 marzo 1835), possidente.
  13. Giovanni Pasini (Scandolara Ravara, 27 dicembre 1835), capitano nel 64º reggimento fanteria.
  14. Giuseppe Peroni (Soresina, 1º novembre 1840), ingegnere.
  15. Giacomo Poma (Trescore Cremasco ??? ), 1º novembre 1838), docente.
  16. Felice Raj (Soresina, 15 ottobre 1830), medico.
  17. Pietro Ripari (Solarolo Rainerio, 20 luglio 1802), medico.
  18. Giacomo Tassani (Ostiano, 8 marzo 1819 - Brescia, 4 giugno 1878).
  19. Pompeo Torchiana (Cremona, 17 ottobre 1822), ingegnere; luogotenente del Genio fino all'agosto 1870 e poi dimissionario.
  20. Giovanni Vajani (Soresina, 22 novembre 1843), commerciante.
  21. Carlo Angelo Valenti (Casalmaggiore, 18 febbraio 1839), viaggiatore di commercio.

La visita di Garibaldi a  Soresina

I volontari soresinesi che presero parte alla spedizione dei Mille di Garibaldi sono cinque : Felice Raj, Carlo Guida, Ferdinando Maestroni, Giuseppe Peroni e Antonio Bettoni ( secondo archivio comunale).

Quello di Soresina é stato il più alto contributo, in proporzione alla popolazione, dato alla spedizione, dopo quello di Bergamo. Garibaldi se ne ricordò e ben volentieri venne a Soresina nell'aprile 1862 per trattenersi in mezzo a una popolazione così fedele e amante della libertà. Intrattenne la folla dal balcone di Casa Guida con a fianco i valorosi combattenti Carlo Guida e Luigi Gerosa. Prima di lasciare Soresina indirizzò alla Comunità la seguente lettera : " Riconoscente della manifestazione di simpatia di questo municipio e di questa popolazione io ricorderò per tutta la vita il caldo patriottismo di cui ebbi testimonianza in questa città eminentemente libera e italiana”.

Garibaldi l'anno 1863 da Caprera, in risposta alla nomina a presidente onorario della Società Operaia di Mutuo Soccorso, così ha scritto al presidente avv. Francesco Genala : " Buoni operai, la vostra nomina mi onora. Possa la vostra Associazione prosperare per il bene vostro e della Patria. Addio di cuore. Vostro Garibaldi "

( autografo conservato dalla Società Operaia di Soresina ).
Proclamato il Regno d'Italia Soresina fu incorporata nella provincia di Cremona a capo di un vasto distretto amministrativo.

Una curiosità sui nomi dei Garibaldini di Soresina.

I soresinesi Felice Raj, Carlo Guida, Ferdinando Maestroni, Giuseppe Peroni sono presenti sia sull’elenco generale che su quello comunale.
Antonio Bettoni invece è presente sull’elenco comunale ma non sul generale.
Invece  Giovanni Vajani è presente sull’elenco generale e non richiamato dal comunale.

(fonte: archivio comune di Soresina; materiale richiamato dal sito http://www.welfarecremona.it/wmview.php?ArtID=6056 )

Elenco alfabetico completo.

L’ elenco alfabetico completo (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del Regno d'Italia del 12 novembre 1878) di tutti i componenti la spedizione dei Mille di Marsala, compilato sulla scorta dell'Elenco pubblicato nel 1864 dal Ministero della Guerra, del prospetto dei pensionati fra i Mille di Marsala e delle notizie fornite dalla varie autorità del Regno. Un primo Ruolo nominativo (in data 19 aprile 1862) di coloro che sbarcano a marsala l'11 maggio 1860, fu compilato da una Commissione istituita nel dicembre 1861 e composta de signori Orsini Vincenzo e Stocco Francesco, maggiori generali; Acerbi Giovanni, intendente generale; Dezza Giuseppe, Cenni Guglielmo e Cairoli Benedetto, colonnelli; Manin Giorgio, tenente colonnello; Miceli Luigi e Della Palù Antonio, maggiori; Curzio Francesco e Uziel Davide, capitani; Calvino Salvatore e Argentino Achille, deputati al Parlamento, e De Cretsckmann Giulio Emanuele, maggiore.
In seguito per rilascio delle autorizzazioni a fregiarsi della medaglia decretata dal Consiglio civico di Palermo il 21 giugno 1860 per gli sbarcati a Marsala, un Giurì d'onore riesaminò i titoli dei componenti la spedizione, e il Ministero della Guerra pubblicò un nuovo Elenco dei Mille di Marsala, nel bollettino n.21 (Anno 1864) delle nomine e promozioni, in base al quale furono concesse le pensioni. Riconosciuta, in appresso, la necessità di completare quell'Elenco, con ruolo definitivo, fu proceduto ad una generale inchiesta informativa durante l'anno 1877 .
Circa un quinto dei partecipanti alla spedizione dei Mille proveniva dalla provincia di Bergamo che può fregiarsi del titolo di provincia dei Garibaldini
La palma del più giovane Garibaldino spetta a Giuseppe Marchetti, di Chioggia, che si imbarcò da Quarto dei Mille all'età di undici anni (ancora da compiere) assieme al padre Luigi.
Unica donna a far parte della spedizione (talvolta in abiti maschili) fu Rosalia Montmasson, moglie di Francesco Crispi.
 

Scheda sintetica della Spedizione dei Mille.

Fu attiva per 7 mesi: contingente creato nell'aprile del 1860 da Giuseppe Garibaldi
Fu esercito irregolare in quanto non rappresentava alcun stato
Unico alleato fu il Regno di Sardegna
La missione era finalizzata alla occupazione militare del Regno delle Due Sicilie  e durò dal maggio al novembre 1860
Dimensione 1.089 uomini ca.
Era armata con fucili ad avancarica mod.1848, carabine svizzere mod. 1851 e tre cannoni Regio Esercito Sabaudo.
La divisa divenne famosa : camicia e berretto rosso
Battaglie/guerre Presa di Marsala, Battaglia di Calatafimi
Fu istituita la Medaglia dei Mille
Reparti dipendenti : 8 compagnie più volontari siciliani

Comandante : Giuseppe Garibaldi

La provenienza regionale

Facendo il conto dalla  lista i Garibaldini risultano così divisi per provenienza regionale:

Lombardia 435
Liguria 163 (inclusi i 3 Nizzardi)
Veneto 151
Trentino 11
Alto Adige 1
Friuli 21
Piemonte 29
Emilia-Romagna 39
Toscana 82
Umbria 5
Marche 11
Lazio 9
Abruzzo 1
Campania 17
Calabria 21
Puglia 4
Basilicata 1
Sicilia 42
Sardegna 3

Fonti

http://it.wikipedia.org/wiki/I_Mille
http://www.novara-software.com/storia/Giuseppe-Garibaldi.php
http://www.liberatiarts.com/storia/mille.htm

Testo della Canzone di Bruno Lauzi: Garibaldi blues

Garibaldi blues di Bruno Lauzi
Garibaldi fu ferito fu ferito ad una gamba
Garibaldi che comanda che comanda i suoi solda'
per Garibaldi viva Garibaldi che si ferì
viva! Garibaldi ... viva Garibaldi che si ferì
Garibaldi aveva un socio si chiamava Nino Bixio
venne giu' da Busto Arsizio e nei Mille si arruolo'

per Nino Bixio viva …

( per leggere il testo integrale della canzone clicca qui : http://wikitesti.com/index.php/Garibaldi_blues )

Segnalo due associazioni Garibaldine:
-ANVRG - Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini
Sito: http://nuke.garibaldini.com/
-ANG – Associazione Nazionale Garibaldini
Sito: http://www.associazionegaribaldini.it

Ricerca a cura di Gian Carlo Storti
Cremona 9 maggio 2010

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 12036 | Inviati: 1 | Stampato: 363)

Prossime:
Liutprando da Cremona – 15 Settembre, 2002
Dei Caduti cremonesi in val di Susa, di Farinacci, di Aldo Protti e di altro ancora.... parliamone. – 15 Settembre, 2002
SENATORE VINCENZO VERNASCHI ,PRESENTATO IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI  – 15 Settembre, 2002
Ferruccio Ghinaglia, martire antifascista di Casalbuttano – 15 Settembre, 2002
Bagnolo Cremasco: cenni storici  – 15 Settembre, 2002

Precedenti:
Agnadello. Breve storia del comune. – 15 Settembre, 2002
Castelleone. Breve storia – 15 Settembre, 2002
Il prossimo raccolto.Strumenti di futura resistenza. – 15 Settembre, 2002
Nessun valore è conquistato…una volta per tutte di Giorgino Carnevali – 15 Settembre, 2002
Soncino.La storia del Comune – 15 Settembre, 2002


... in WelfareCremona



... Novità








 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso


 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010


 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009