News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Il Punto

16 Novembre, 2010
Luci Incontra ARPA di Cremona
Sono stati affrontati i seguneti temi:Inquinamento atmosferico,Amianto,Morbasco Sud,Inquinamento acustico,Tamoil

Luci Incontra ARPA di Cremona
Incontro del 5 novembreIn data 5 novembre 2010, il Dipartimento ARPA di Cremona, nella persona del Direttore Dott. Beati, ha ricevuto una delegazione di Associazioni e Gruppi cittadini (LUCI, Comitato Quartiere Po, Ambiente e Scienze, Unione Consumatori) per discutere e confrontarsi circa alcune tematiche ambientali di stretto interesse per Cremona. I principali punti affrontati sono stati i seguenti.
Inquinamento atmosferico
Le Associazioni hanno chiesto informazioni circa le quattro centraline di monitoraggio dell'aria che, come ripetutamente promesso da mesi, dovevano essere installate in città ed i dati relativi alle misurazioni, resi immediatamente pubblici attraverso sito del Comune, Arpa e schermo SpazioComune. Beati riferisce che attualmente ci sono tre capannine (una nuova a Gerre e Borghi e due esistenti in città attrezzate con nuove apparecchiature) e sono in fase di collaudo e calibrazione; la quarta da installare in comune di Spinadesco, ha incontrato alcuni problemi autorizzativi. Ad ogni modo è ottimista e ritiene che per gennaio 2011 dovrebbero essere tutte operative. In una centralina sono stati installati anche strumenti per la misurazione del PM 2.5 (dato non richiesto dalla legge) oltre ad altri parametri. Una volta in funzione, si provvederà anche alla "speciazione" del PM10 con cadenza annuale. La speciazione è l'operazione di analisi delle sostanze presenti nel PM10 . Le Associazioni hanno chiesto se non siano pericolosi i picchi di inquinamento in particolari zone della città molto trafficate visto che la situazione sembra estremamente grave e i giorni previsti dalla normativa, per i superamenti dei livelli d'inquinamento, già ampiamente superati. Beati risponde che l'inquinamento è praticamente simile in tutte le zone della Pianura Padana dunque non si rilevano picchi particolarmente significativi in tali condizioni; la posizione delle centraline cremonesi, è stata studiata per essere rappresentativa globalmente della situazione cittadina. Beati anticipa ai presenti anche un progetto che vede impegnata ARPA e la fondazione Maugeri: in città, durante tutto il 2011, saranno installati dei "radielli" -circa 120- che campioneranno l'aria nelle quattro stagioni (eccetto per il parametro PM 10), al fine di creare un modello dell'inquinamento. Intervengono le Associazioni esprimendo la loro soddisfazione circa l'iniziativa: i dati raccolti, però, non dovranno stare chiusi in un armadio a riempirne i ripiani, ma dovranno essere tramutati in azioni concrete per la riduzione dell'inquinamento.
Con l'occasione, inoltre, le Associazioni chiedono novità in merito alla pubblicazione dei dati relativi alle indagini relativamente all'inquinamento atmosferico, effettuate lo scorso anno, in occasione della riapertura al traffico del centro storico. ARPA consiglia di chiedere, per correttezza, i dati al Comune, che li ha commissionati, e/o ad AEM, che ha collaborato con il Comune.
Amianto
Le Associazioni chiedono quale sia la competenza di ARPA circa il problema dell'amianto. Il gruppo LUCI ha chiesto ad ASL Comune e Provincia di visionare la mappatura degli edifici contenenti amianto e solo la Provincia, ad oggi, ha messo a disposizione i dati. Ancora LUCI: "siamo molto preoccupati circa alcuni immobili cittadini, che a nostro parere, sono in pessime condizioni di conservazione e chiediamo un intervento di bonifica". Beati spiega che ARPA può solamente fare misurazioni se un Ente gli conferisce l'incarico, ma non ha una competenza specifica in relazione al problema. Le Associazioni solleciteranno nuovamente Comune ed ASL per quanto di rispettiva competenza, al fine di ottenere i dati richiesti e dove necessario, un adeguato intervento di messa in sicurezza.
Morbasco Sud
Le Associazione esprimono disappunto rispetto alle dichiarazioni rilasciate alla stampa da Beati rispetto l'ipotesi di inquinamento sotto l'area interessata dal P.I.I. Morbasco Sud: si ritiene che l'intervento del Direttore, sia stato quanto meno sconveniente, di sapore più politico che tecnico; il suo intervento è stato estremamente tempestivo, quasi come se volesse sostenere l'iniziativa del P.I.I., mentre per le richieste dei cittadini talvolta, le risposte tardano ad arrivare. Beati ha spiegato che il suo parere è stato richiesto dal Vicesindaco e la celerità nella risposta è dovuta al fatto che esistono già dei campionamenti dei terreni, esterni al perimetro del P.I.I., dai quali ha potuto dedurre l'assenza di un pericolo da inquinamento. Le Associazioni ribadiscono, che si sentirebbero più tranquille se venissero fatti dei prelievi di terreno all'interno dell'area del PII, ma secondo Beati, non essendoci i presupposti per ipotizzare un inquinamento in quell'area, tale decisione deve venire dall'Amministrazione Comunale.
Inquinamento acustico
Le Associazione chiedono informazioni circa la tutela dall'inquinamento acustico. L'anno scorso, infatti il Comitato Quartiere Po ha raccolto numerose firme per chiedere un monitoraggio e rassicurazioni circa il rumore prodotto dalla fiera di San Pietro e dall' Arena Giardino. Anche in questo caso, ARPA non può intervenire di propria iniziativa, ma solo su richiesta del Comune; Beati specifica inoltre che anche in materia di deroghe è competente l'Amministrazione Comunale. Le Associazioni pur comprendendo il discorso delle competenze, ribattono "uno spettacolo in deroga dura una serata, e tra segnalazione ed intervento di ARPA, passano settimane... Cosa potrà mai rilevare Comune ed ARPA a spettacolo finito?! Sarebbe quindi opportuno, al fine della tutela della salute pubblica, organizzare dei rilevamenti a campione e non programmati, per verificare il rispetto delle norme".
Tamoil
Viene ripercorsa l'intera vicenda e si fa il punto sulla situazione attuale. E' stato consegnato da TAMOIL il "Documento per la valutazione dei rischi" alle istituzioni competenti, tra cui anche ARPA, ed una volta approvato si dovrebbe passare alla fase operativa di bonifica. Le associazioni chiedono come mai dal 2001 -anno di autodenuncia di TAMOIL- al 2007 -anno della pubblicazione del caso sulla stampa locale- non sia stato fatto nulla, anche in termini di comunicazione alla cittadinanza. Beati riferisce che le indagini e misurazioni si sono svolte con continuità già dal 2002 (momento in cui ARPA è stata coinvolta per la prima volta) e tali accertamenti richiedono tempi molto lunghi. Rispetto alla comunicazione, invece, la competenza era degli Amministratori locali. Il motivo della scelta di tener taciuta la vicenda, deve quindi essere chiesta a loro.
Concludendo, il dott. Beati ha dichiarato che avverte un'ipersensibilità verso le tematiche ambientali in Cremona ed in tutta la Lombardia: forse questo è dovuto al fatto che la stampa, talvolta, non tratta in maniera completa e scientificamente rigorosa taluni argomenti e potrebbe suscitare preoccupazioni, non sempre fondate, tra la gente. Le Associazioni ribadiscono ad ARPA la richiesta di trasparenza pubblica e prontezza nel comunicare con i cittadini che chiedono informazione ambientale e tutela della loro salute. La situazione ambientale della Regione Lombardia impone ad ARPA una cura estrema nel soddisfare le pressanti e legittime richieste di tutela ambientale dei cittadini.
I gruppi intervenuti, infine, nell'apprezzare la disponibilità dimostrata da Beati per incontrare nuovamente in futuro le Associazioni, dichiarano che vigileranno con la massima attenzione sul lavoro di ARPA alla quale chiedono la massima imparzialità d'operato ed offrono, comunque, la propria collaborazione in caso di necessità.
LUCI Cremona
www.lucicremona.it

 


       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 2892 | Inviati: 0 | Stampato: 41)

Prossime:
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti) – 15 Dicembre, 2010
Export. Continua l’emorragia di talenti Italiani ( Gian Carlo Storti) – 24 Novembre, 2010
Fermare il Terzo Ponte è possibile. – 19 Novembre, 2010

Precedenti:
Europa.Salute, igiene e sicurezza sul luogo di lavoro ( Gian Carlo Storti) – 21 Ottobre, 2010
Il Forum Internazionale degli Acquisti Verdi: dalla teoria alla pratica ( di LUCI) – 16 Ottobre, 2010
Suoniamo la campana: Morbasco Sud , No al cemento !!  – 10 Ottobre, 2010
L’unità sindacale è solo da studiare sui libri di storia di G.Carlo Storti – 05 Ottobre, 2010
Riflessioni sulla vicenda Fodri-Fondazione ( di G.C.Storti) – 26 Settembre, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009