News e informazioni da Cremona e dalla Lombardia
Home page Scrivi  
 
  Benvenuto nel circuito WELFARE NETWORK
Europa, notizie e attualità sul welfare News di politica e attualità dall'Italia News dalla Lombardia Notizie sul Welfare, Diritti e Sociale
 
Chi siamo Forum Fotogallery Link Contatti Collabora con noi

... Welfare canali
Agenda
Angolo del dialetto
Arte
Associazioni
Attualità
Buone Notizie
Comune di Cremona
Costume
Cronaca
Cultura
Dai Partiti
Dal Mondo
Economia
Eventi
Giovani
In Breve
Lavoro
Lettere a Welfare
Mediateca
News dai partiti
Petizioni attive
Politica
Provincia di Cremona
Racconti
Società
Storia Cremonese
Ultimissime
Varie
Volontariato
ARCHIVIO WELFARE
 ... In Breve
... e inoltre
Banca della Solidarietà
I sondaggi
Fotogallery
Banner kit


Sondaggio Welfare
positiva
negativa
non so


Guarda i risultati
Visualizza tutti i sondaggi




















 Storia Cremonese

19 Settembre, 2010
Giacomo Pagliari, il bersagliere cremonese che mori sulla breccia di Porta Pia
Il 20 settembre 1870 le truppe del generale Raffaele Cadorna entrano a Roma attraverso una breccia di trenta metri a Porta Pia.

Giacomo Pagliari, il bersagliere cremonese che mori sulla breccia di Porta Pia
Il 20 settembre 1870 le truppe del generale Raffaele Cadorna entrano a Roma attraverso una breccia di trenta metri a Porta Pia.
Pochi giorni dopo, un plebiscito popolare sancisce l'annessione della città allo stato italiano. A febbraio dell'anno successivo, la Città Eterna è proclamata capitale d'Italia.

Chi  era Giacomo Pagliari.

"Ufficiale dell’esercito austriaco, defezionò nel 1848 per combattere a fianco dei piemontesi nella Legione dei Volontari Lombardi. Entrò poi nel corpo dei Bersaglieri nel 1849, combattè in Crimea, nella II e nella III guerra d’indipendenza. Col grado di maggiore, fu uno dei pochi (alcune decine) che morirono alla breccia di Porta Pia. Gli fu assegnata la medaglia d’oro al V.M." (Piero Cocconi).

Persico (Cr) 1822- Roma 1870

Nacque il 15 gennaio da una modesta famiglia rurale (Ignazio e Maria Rosa Caraffini)  che diede quattro figli alla causa dell’indipendenza e dell’unità d’Italia. Tutti e quattro furono Ufficiali e tutti e quattro caddero sul campo dell’onore: Alessandro, dei granatieri; Innocente, dei carabinieri; Carlo di cavalleria e Giacomo dei bersaglieri. Giacomo Pagliari, come suddito austriaco, dovette, ventenne, arruolarsi nell’Esercito austriaco. Ma ai primi moti insurrezionali in Lombardia nel marzo 1848, defezionò e passò nella “Legione Volontari Lombardi”. Con il grado di Sottotenente fu nel 1° reggimento di linea lombardo e nel battaglione bersaglieri tndentini coi quali prese parte, negli anni 1848 e 1849, alla prima Guerra di Indipendenza. Nominato Ufficiale in servizio permanente nell’Esercito piemontese, nel maggio 1849, passò nel Corpo dei bersaglieri. Ebbe il comando del 4° btg. provvisorio durante la Campagna d’Oriente, dal maggio 1855 al maggio 1856. Alla Cernaia il 16 agosto 1855 si meritò una Menzione Onorevole. Fu promosso Luogotenente nel 1858 e nella seconda Guerra d’Indipendenza, l’anno successivo, combatté valorosamente. Promosso Capitano nel dicembre 1859, si distinse nelle operazioni contro il brigantaggio nell’Italia meridionale per le quali ottenne anche una citazione sul bollettino militare. Col 5° reggimento bersaglieri partecipò alla Campagna del 1866: il 28 giugno dello stesso anno col grado di Maggiore assunse il comando di un battaglione. Nel 1870, col 34° battaglione, fu assegnato all’avanguardia dell’11a Divisione Cosenz del IV corpo del Generale Cadorna. Varcato il confine pontificio il 10 settembre, raggiunse la cinta delle mura di Roma il 19 successivo. L’attacco al fronte difensivo della città, nel tratto di mura compreso tra Porta Pia e Porta Salaria, ebbe luogo la mattina del 20 settembre e fu condotto da tre colonne a ciascuna delle quali venne assegnato un battaglione bersaglieri. Alla colonna di destra che si era portata a Villa Albani, fu destinato il 34° battaglione. Col fuoco delle artiglierie ben presto fu aperto un varco nelle mura di Porta Pia. Il Pagliari alla testa dei suoi bersaglieri si lanciò all’assalto, mentre dai bastioni crepitava la fucileria dei difensori. Una pallottola lo atterrò, sotto le mura, mentre si accingeva a scavalcare le mura della breccia.

Alla sua memoria fu concessa la Medaglia d’Oro al Valore con regio decreto del dicembre 1870.  Motivazione: “Per avere con intelligenza e ammirabile slancio condotto il proprio battaglione all’attacco della breccia di Porta Pia, rimanendo a pochi passi da essa mortalmente ferito. - Roma, 20 settembre 1870.”

 per saperne di più:

http://www.fanfaracremona.it/index.php?mod=read&id=1241357415

Il contenuto della targa che ricorda  Giacomo Pagliari

La targa si trova nel cortiletto comunale Federico II

A

GIACOMO PAGLIARI

UCCISO A PORTA PIA DI ROMA

IL GIORNO XX SETTEMBRE 1870

NEL COMBATTIMENTO CHE FU ULTIMO

AD ATTERRARE

UNA DOMINAZIONE SACERDOTALE

NON VOLUTA DA CRISTO

CONDANNATA DALLA RAGIONE E DALLA STORIA

---------------------------

Le precedenti  pubblicazioni di welfare Cremona

Cremona, ricordata la breccia di Porta Pia (video)
celebrazione organizzata dalla Federazione cremonese del PSI - Ha parlato il prof. Mario Coppetti

Clicca qui:

http://www.welfarecremona.it/wmview.php?ArtID=10352

Celebrazione della breccia di Porta Pia
Cremona, Giovedì 20 settembre 2007, portici del palazzo Comunale, ore 18

Clicca qui

http://www.welfarecremona.it/wmview.php?ArtID=7663

redwelcr/gcst

 


Commento Visualizza allegato o filmato       



 Invia questa news ad un'amico Versione stampabile Visti: 10067 | Inviati: 0 | Stampato: 55)

Prossime:
Maledetto Sanmartino, di Kiro Fogliazza.  – 14 Novembre, 2010
Abeni Evelino ha compiuto 70 anni – 07 Novembre, 2010
Inaugurazione nuova statua di del Sommo Liutaio Antonio Stradivari – 02 Novembre, 2010
Lapide di Bissolati ad Alberobello: quella oggi esistente non è l'originale ( di Mario Piepoli) – 15 Ottobre, 2010
Alberobello e Leonida Bissolati di Gian Carlo Storti – 24 Settembre, 2010

Precedenti:
il 140° di Porta Pia alla vigilia del 150° dell*Unità nazionale – 18 Settembre, 2010
Si è svolta la giornata celebrativa dell'8 settembre a Cremona.  – 08 Settembre, 2010
CREMONA,8 SETTEMBRE 1943: NELLA COSCIENZA DELLA STORIA. di Giorgino Carnevali – 04 Settembre, 2010
Il sessantasettesimo anniversario dell’8 settembre di Ennio Serventi – 29 Agosto, 2010
Cenni storici Comune di Bordolano. – 14 Agosto, 2010

... in WelfareCremona



... Novità









 Il Punto
44°Rapporto Censis. Un inconscio collettivo senza più legge, né desiderio ( di Gian Carlo Storti)
Le Considerazioni generali introducono il Rapporto sottolineando come la società italiana sembra franare verso il basso



 La biblioteca di welfare
Verso il destino, con la vela alzata
Lo ricordo qui con un brano tratto dalla sua rubrica “Colloqui col padre"


 Scuola... parliamone!
Ata. Sottoscritto il contratto per il compenso una tantum di 180 euro
Il Miur prevede il pagamento nel mese di febbraio 16/12/2010



 Welfare Per Te
COMPLETATA LA CONSEGNA DELLE STUDENT E UNIVERSITY CARD
E' stata completata in questi giorni la consegna, negli istituti superiori cittadini e nellele sedi universitarie, delle student e delle card.

... Fotogallery
La Fotogallery di
Welfare Cremona


Ultima Vignetta
... Speciale on line
- Previsioni del tempo
-
Libri
-
Programmi TV
-
Lotteria
-
Oroscopo
-
Cambia Valuta
-
Euroconvertitore
-
Traduttore
-
Paginebianche
-
Paginegialle
-
Borsa
... Novità




| Home | Chi siamo | Collabora con noi | PubblicitàDisclaimer | Email | Admin |
www.welfarecremona.it  , portale di informazione on line, è iscritto nel registro della stampa periodica del Tribunale di Cremona al n. 392 del 24.9.2003- direttore responsabile Gian Carlo Storti
La redazione di Welfare Cremona si dichiara pienamente disponibile ad eliminare le notizie che dovessero violare le norme sul copyright o nuocere a persone fisiche o giuridiche.
Copyright Welfare Cremona 2002 - 2009